PlayStation 3 nel 2011 – Parte 1

Nuovo anno, nuove attese, nuove speranze e la nostra amata Sony quest’anno ci farà soffrire parecchio.
Una miriade di giochi in arrivo sono quello che ci aspetta in questo 2011, ma vediamo insieme di fare un resoconto sul futuro videoludico della casa giapponese. Spazio alle esclusive!

Killzone 3

Il 3 febbraio finalmente tutti i possessori di PS3 hanno potuto mettere le mani sulla Beta Multiplayer di Killzone3, l’atteso fps firmato Guerrilla ormai già consolidato e ben conosciuto dai videogiocatori. Sono state apportate migliorie su molti aspetti di questo titolo, soprattutto nel comparto tecnico decisamente migliorato rispetto al secondo capitolo. Abbiamo potuto notare una gestione delle luci migliorata, le texture ottime, il frame-rate finalmente stabile sui 30fps, e la mole di poligoni a schermo è davvero esagerata; inoltre si nota una netta miglioria per quanto riguarda la scala cromatica utilizzata nelle ambientazioni, molto più ampia e varia che dona ai luoghi un realismo maggiore.
Il Gameplay è rimasto quello apprezzato in killzone 2 con alcune interessanti novità, come la possibilità di scivolare per raggiungere velocemente i ripari, oppure le diverse uccisioni che vengono attivate in base all’angolazione in cui viene ingaggiato il "corpo a corpo" con il nemico. Tutte innovazioni gradite, che sicuramente renderanno
più divertente l’approccio con il gioco.
Il comparto narattivo cercherà di approfondire la vita e l’organizzazione politica degli Helghast, e la story-line è incentrata su di un conflitto che non schiera buoni e cattivi ma gira intorno alla sopravvivenza di una delle due fazioni in gioco.
Inoltre un comparto multiplayer colossale completa l’offerta ludica di Guerrilla.
Manca però di parlare ancora delle tecnologie Sony implementate in Killzone 3, ossia PlayStation Move e compatibilità con 3D Stereoscopico.
Ovviamente per dare un parere veritiero a questi aspetti bisognerà attendere la versione definitiva, ma sinora i pareri di vari videogiocatori non sono molto ottimisti. Per quanto riguarda il 3D l’impatto è senza dubbio spettacolare, ma a lungo andare provoca fastidiosi mal di testa; per quanto riguarda il sensore di movimento Sony invece la precisione fa sempre da padrone, ma la manegevolezza del dispositivo in questo fps non è delle più semplici.
Avrete ovviamente informazioni più precise a riguardo in fase di recensione.

Uncharted: Drake’s Deception

Veniamo ora alla nuova avventura di Nathan, terzo capitolo della famosissima serie Uncharted. L’escusiva PS3 ha fatto il salto di qualità già con il suo secondo capitolo, uno dei giochi più sorprendenti degli anni passati, ed ora si attente il terzo capitolo che promette grandi novità, sia a livello grafico che di gameplay. Da video e screenshot sinora pubblicati una notevole miglioria si è vista sugli effetti di luce, soprattutto quando ci si addentra in zone dove sono presenti focolari che rendono la scena viva grazie a riflessi e contrasti di luci ed ombre davvero realistici. Inoltre gli oggetti verranno bruciati in tempo reale con effetti corrosivi, come ad esempio vedremo il legno diventare cenere, caratteristica mai vista prima in un videogame.
Molte speranze ruotano attorno a questo titolo tanto atteso, verranno migliorate molte caratteristiche rispetto al secondo capitolo della serie? Vedremmo cosa riuscirà a tirare fuori Naughty Dog fino alla data d’uscita, prevista per l’1 novembre 2011.

Resistance 3

Al PlayStation Expirience finalmente è stato presentato Resistance 3, fps futuristico di Insomniac che propone tutt’altra storia rispetto a quella dei capitoli precedenti. I Chimera hanno oramai conquistato il pianeta e la storia si basa su Capelli che insieme ai pochi umani sopravissuti per il mondo cercherà di fare RESISTENZA.
Gli sviluppatori hanno detto che alcune meccaniche del gioco cambieranno, a causa del nuovo ruolo che ricoprirà il protagonista Capelli, che sarà più propenso a salvare la sua famiglia piuttosto che a combattere, ma naturalmente quando ci sarà da uccidere Chimera non si tirerà certo indietro.
Nuovi cambiamenti li possiamo trovare anche sul fronte tecnico, dove graficamente il gioco ha subito notevoli miglioramenti. Risalta inoltre un’ambientazione decisamente più cupa rispetto a quelle dei precedenti capitoli, ed i luoghi sono segnati da una desolazione maggiore a causa dell’ormai completa conquista del pianeta.
Insomniac vuole quindi dare una svolta a questa serie per dare nuove emozioni ai videogiocatori, e ovviamente vi terremo aggiornati su ogni novità a riguardo.

inFamous 2

Una delle esclusive Sony più apprezate degli anni scorsi è stato certamente inFamous, titolo che che unisce una base free-rooming action ai poteri del protagonista derivati dall’elettricità. Grazie a questo background il gioco ha suscitato ottimi pareri, sia dal pubblico che dalla critica
Nel primo capitolo mancava però quel qualcosa per portarlo nell’olimpo videoludico, colpa della scarsa ottimizzazione tecnica dei vari bug e di una storia mal strutturata che hanno fatto rimanere inFamous solo un buon gioco, non dandogli la possibilità di elevarsi nell’olimpo dei best sellers.
Bene, per il secondo capitolo le cose sembrano decisamente cambiare. Infatti il gioco ritorna con una realizzazione tecnica del tutto diversa rispetto al precedente, che a quanto detto dagli sviluppatori e a quanto visto e provato sinora risulta essere eccellente, con paesaggi dettagliattissimi e ben differenti fra loro, edifici pronti a crollare sotto i colpi ellettrici del protagonista, e i movimenti del persaonggio (catturati tramite motion capture) decisamente migliorati confronto a quelli del primo capitolo.
E se da questo punto di vista il lavoro sembra ottimo, non mancano le novità dal punto di vista del gameplay, dove spicca più di tutte la possibilità di utilizzare un’arma che fa scorrere elettricita, chiamata The Amp. Ovviamente il suo scopo è quello di far fuori più nemici possibili, e cosa che la caratterizza è la possibilità di effettuare final combo con tanto di piccole sequenze video spettacolari.
Le dimensioni della città rimarrano invariate da quelle del primo capitolo, ma all’interno avremmo una maggior varietà di "situazioni". Riprenderemmo il gioco con i poteri acquisiti nel precedente episodio, e ciò da spazio a nuove potentissime abilità. Sono infatti già stati mostrati attraverso video alcuni nuovi poteri, dove ad esempio vediamo il protagonista Cole spazzare via i nemici attraverso una "tempesta" elettrica che genera agitando le mani.
Le premesse per un grande capolavoro ci sono tutte, vedremmo se gli sviluppatori saranno capaci a enfatizare il più possibile i punti di forza di questo gioco e di evitare alcune imperfezioni che hanno sicuradtecnica del primo capitolo.

SOCOM 4

Dopo il fallimentare Confrontation, Zipper Interactive torna a proporci il suo franchise di punta e lo fa con SOCOM 4, titolo che ha dato davvero buone impressioni sia per la realizzazione tecnica superba, sia per l’immediatezza con cui è possibile approcciarsi al suo tatticismo e agli scontri a fuoco.
E’ qui infatti che troviamo il punto di forza di questo prodotto, dove è possibile dare degli ordini alla propria squadra (presente in ogni missione) tramite la croce direzionale, il tutto con un’imediatteza mai vista prima d’ora.
Capiterà infatti più volte di prendere diverse decisioni imediattamente, come ad esempio scegliere se lasciare la squadra dietro a pensare ai cecchini mentre noi saremo impegnati a spazzare via i nemici che ci troviamo davanti per avanzare senza troppi problemi lungo la nostra strada. Questo è solo un esempio di situazione, ed il team di sviluppo ha realizzato ambientazioni che danno la possibilità al videogiocatore di utilizzare diverse tattiche, rendendo l’approccio al titolo molto vario.
Il comparto grafico stupisce per un’ottima pulizia generale e dettagli ben definiti, arricchito da modellazzioni dei persoanggi di ottima fattura.
La ciliegina sulla torta è la possibilità di giocare SOCOM 4 con il PlayStation Move, ed anche qui siamo rimasti profondamente colpiti dall’imediatezza d’uso di questa periferica. Dopo pochi minuti infatti, il motion controller da maestria della sua caratteristica precisione, che rende decisamente più realistica l’esperienza di gioco. Ovviamente questo ci fa ben sperare per future implementazioni del Move a giochi hardcore.
Rimanete sulle nostre pagine per ulteriori informazioni!

Ovviamente questa è una rapida carrellata sui titoli in uscita nel 2011 per la console giapponese, che sarà arricchita da altri titoli come PlayStation Move Heroes, Ratchet & Clank: All 4 One, Journey, MotorStorm Apocalypse, e tanti altri…quest’anno sarà ricchissimo di novità!
L’impegno di Sony nell’appoggiare l’utenza videoludica con forti e solide esclusive è un ottimo segno di un’idea di mercato videoludico oramai consolidata e pronta a scoppiare. Attendete ulteriori approfondimenti sul mondo Sony dedicato a PlayStation 3!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here