Fifa World Cup 2010

Sviluppato da: EA sport
Prodotto da: EA game
Distribuito da: EA
Data di uscita: 30 Aprile 2010

 

 

 

 

 

 

 

La strada verso Johannesburg

Sono passati ormai quasi 4 anni da quando quel 9 luglio 2006 ci laureammo campioni del mondo in un mese tra polemiche, emozioni, grida e felicità. In contemporanea al mondiale uscì,il gioco su licenza Fifa sviluppato da Ea sport, che  non era riuscito a brillare su console next-gen in quanto ci trovavamo in una sorta di crocevia tra le 2 generazioni,all’apice dell’uscita della 360 ma molto lontani dall’uscita della Playstation 3. Ora le cose sono ben diverse non ci resta che farvi leggere le nostre considerazioni di seguito.

Palla al centro, calcio di inizio

Passiamo alle analisi delle modalità di gioco. Per prima troviamo l’immancabile e imprescindibile Road to World Cup, in cui saremo chiamati a guidare la nazionale da noi scelta o dal 11 Giugno, apertura ufficiale del mondiale in cui giocheremo solo il tabellone finale del mondiale o affrontare di nuovo le qualificazioni da capo con tutti i pro e contro del caso, tra cui qualificazioni di alcune nazionali a sorpresa. Altra modalità interessante implementata è la modalità Scenario nella quale saremo chiamati a ribaltare o riconfermare i momenti storici dei mondiali di calcio. Per quanto riguarda la modalità online avremo disponibili tutte quelle presenti in Fifa 10 con l’aggiunta della modalità guida la tua nazione, grazie a cui una volta scelta la squadra potremo avventurarci nel torneo mondiale ma sfidando veri giocatori online. Possiamo quindi affermare che il titolo sviluppato da Ea sport, offrirà grande varietà e molte ore di divertimento al videogiocatore.

Dribbling,tiro e GOOOAAALLLL

Dopo una breve introduzione e una semplice spiegazione delle modalità disponibili, passiamo alla descrizione delle innovazioni relative al gameplay. Appena iniziata una prima partita balzarà all’occhio dei più esperti sicuramente una nuova sensazione di velocità, che rende le azioni molto più rapide e più spettacolari. Altra caratteristica importante è una maggiore tendenza all’arcade, che fornisce così una ricalibrazione di difficoltà verso il basso aprendo il titolo un po’ a tutte le categorie rendendo più semplice confrontarsi con la Cpu anche a difficoltà leggenda. Ea Games ha anche alleggerito il livello di pressing sul portatore di palla rendendo il titolo più godibile, e grazie a questa sorta di minor pressione sono possibili azioni più varie come maggiore facilità di dribbling, rientri palla al piede verso l’aria di rigore e lo sfondamento per via centrale conditi con un bel tiro sotto il sette. Infine concludiamo parlando finalmente dell’ottima fisica del pallone, che rende ogni deviazione su un tiro pericolosissima con microdeviazioni che cambiano veramente la direzione del tiro ed anche i rimpalli non genereranno accelerazioni del tiro inspiegabili come accade in Fifa10.

Dopo i tempi supplementari, si va ai calci di rigore

Come non dedicare un intero paragrafo al nuovo sistema di calci di rigore, che ormai era rimasto in termologia di gameplay invariato ormai da troppo tempo. Ea games ha deciso di rinnovarli e renderli nuovi e più emozionanti nella competizione, che ha dato tantissima gioia e dolori nei cuori di decine di milioni di appassionati proprio dagli undici metri. In basso allo schermata posta sotto il giocatore troveremo una nuova barra divisa in 3 zone: rossa agli estremi,verde al centro e gialla nella restante. Le grandezze delle aree sarà regolata dalla bravura del giocatore nel calciare i penalty. Per evitare di sbagliare il calcio dagli undici metri, dovremo centrare la barra verde per non rischiare che il giocatore scivoli o si sbilanci calciando fuori. Successivamente dovremo mantenere tenuto il tasto del tiro indirizzarlo con gli stick analogici la direzione dello stesso.

Impressioni Finali di Nicolò Santangelo

EA è riuscita a dare alla competizione dedicata ai mondiali Fifa 2010 un’emozione unica riuscendo a trasportare il clima dei mondiali nel gioco. Sarà bellissimo infatti vedere Marcello Lippi, Domench, Dunga rimproverare i giocatori o cantare l’inno nazionale. Insomma Fifa World Cup 2010 dà l’impressione di essere un acquisto consigliatissimo agli appassionati di calcio e a chi voglia vivere l’emozione dei mondiali fino in fondo.


Videogiocatore sin da piccolo, ho iniziato ad addentrarmi nel mondo videoludico con Amiga600. Pian piano ho provato varie piattaforme fino all'acquisto della prima PlayStation che è rimasta da sempre la mia console preferita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here