Metro: Last Light – Evento Stampa

Qualche giorno fa, esattamente il 15 maggio, siamo stati presenti a Milano per provare in anteprima Metro: Last Light in un evento organizzato da Deep Silver. In questo articolo non ci occuperemo molto della parte relativa al gioco, in quanto è in prova da parte nostra e verrà quindi recensito a breve, bensì ci concentreremo brevemente sulle impressioni a primo impatto e sull’organizzazione dell’evento stesso. Che altro dire se non di continuare a leggere per sapere com’è andata!

Un’ultima speranza per Artyom!
Una volta avuto accesso al luogo dove si è svolto l’evento stampa sul nuovo FPS survival di 4A Games, abbiamo avuto subito la possibilità di testare il gioco in tutte e tre le sue versioni. Inutile dire che quella per PC è stata in grado di attirare più utenza, forte dell’ottimo aspetto tecnico che abbiamo potuto saggiare personalmente. Le versioni console sono anch’esse ben realizzate e vorremmo fare un plauso agli sviluppatori per l’ottimo lavoro svolto per la versione PS3, visto che trattasi della loro prima esperienza con la console Sony, senza considerare i problemi avuti per il cambio di publisher. Certo, non mancano dei piccoli difetti sull’illuminazione e sulle texture, leggermente superiori nella versione per la console concorrente, ma nulla di particolarmente fastidioso, a nostro vedere.
La trama si posiziona temporalmente un anno dopo gli eventi del precedente Metro 2033 ma, anche se non avete giocato al predecessore, non disperate in quanto il gioco offrirà un rapido riassunto delle “puntate precedenti”. Sul titolo non vogliamo dirvi altro, se non di restare sintonizzati perché tra qualche giorno ne pubblicheremo la recensione basata sulla versione completa dataci direttamente dal gentile staff di Koch Media.

Presentazioni post-apocalittiche!
Prima di continuare con il report, è bene dire che l’evento e l’organizzazione dello stesso sono stati curati davvero in maniera egregia. Dopo averci fatto provare il titolo nelle tre versioni, abbiamo potuto assistere ad una presentazione del gioco curata dallo scrittore del libro da cui è stata tratta la trama, ossia il grande Dmitry Glukhovsky. Lo scrittore russo ci ha dapprima illustrato in maniera approfondita il punto della trama dai fatti raccontati in Metro 2033 fino ad arrivare a quelli di Last Light, per poi proporci un paio di trailer del nuovo titolo. Dopodiché la parola è passata ad uno degli sviluppatori di 4A Games, il quale ci ha descritto le novità del gioco e svelate informazioni sullo sviluppo dello stesso.
Successivamente abbiamo potuto incontrare di persona lo scrittore Dmitry Glukhovsky che, oltre a parlare un perfetto inglese, si è rivelato estremamente gentile nei confronti di tutti noi ospiti. Oltre ad averci scambiato quattro chiacchiere, lo stesso ci ha concesso uno scatto ed autografato i due libri offerti dall’organizzazione dell’evento. Purtroppo, per motivi di tempo, non è stato possibile intervistarlo ma, nonostante questo, siamo stati assolutamente soddisfatti per le ore passate in compagnia del titolo e di chi ha contribuito nel realizzarlo.

A cura di Davide “BigBoss87” Begni

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here