Il Tempo delle Mele 1 e 2 – Recensione

Distribuito:
Genere:
Regia:
Durata:
Data Rilascio:
Supporto:
Video
Codec Video:
Risoluzione:
Aspect Ratio:
Audio
Codec Audio:
DNC
Commedia
Claude Pinoteau
90/77 minuti
14 febbraio 2012
Blu Ray

mpeg-4
1080p
1.66:1

PCM 1.0

TRAMA Il tempo delle mele:
La trama di questo film del 1980 ruota intorno ad una ragazzina di 13 anni, che si sta affacciando nel periodo adolescenziale. Si svolge a Parigi e la protagonista Victoire “Vic” Berreton inizia il suo primo giorno di scuola con la presentazioni dei suoi compagni di classe, che insieme a lei saranno i conmpagni anche di molte avventure. Tra una conoscenza e l’altra Vic trova anche il suo primo amore, Mathieu, ed inizia a scoprire le prime sensazioni che può dare questo sentimento sino ad allora sconosciuto. Iniziano così anche i primi litigi in famiglia, composta dal padre dentista François e la madre illustratrice Françoise, e presto si scoprirà che i due si tradiscono a vicenda.
Vic è scossa da questa notizia e inizia ad avere un rapporto più stretto con la sua ottantacinquenne bisnonna Poupette, che fornisce utili consigli alla ragazza.

TRAMA Il tempo delle mele 2:
La protagonista di questo sequel uscito nelle sale nel 1982 è ancora una volta Vic. Sono passati 2 anni da quando abbiamo lasciato la giovane ragazza, che incontra dopo essersi lasciata con Mathieu il nuovo amore Philippe.
La situazione famigliare dell’adolescente non è cambiata molto. I genitori sono alle prese con un altro figlio quando entrano nuovamente in un periodo di grande crisi, in quanto il padre accetta un’offerta di lavoro che lo costringe ad andare fuori città e mettendo così in primo piano il successo lavorativo. La sua arzilla bisnonna nel frattempo si è sposata con il suo coetaneo Jean-Louis, mentre Vic a causa dei tanti litigi con il nuovo ragazzo decide di mollarlo ed entrambi si dedicano a nuove storie.

QUALITA’ VIDEO
La qualità video dei due Blu-Ray in questione si posizia ad un buon livello. Ne Il Tempo delle Mele ammiriamo da subito i colori vivi ed accesi di qualsiasi cosa abbiamo a schermo, ed un effetto grana è leggermente visibile ma non sovrasta l’immagine. Il livello del dettaglio non presenta una qualità come quella che possiamo vedere nei più recenti lungometraggi, ma un salto verso l’alta definizione si nota molto e sarà sicuramente apprezzato da chi quel film lo ha vissuto in giovane età. La qualità dell’immagine si nota soprattutto sugli attori, in particolare quando ripresi in primo piano dove risalta la texture dell’incarnato. Si poteva fare qualcosa di più sulla qualità del nero, nelle scene dai toni più scuri infatti si nota una poca profondità dell’immagine ed un ridotto avvicinamento all’alta definizione.
Per quanto riguarda Il Tempo delle Mele 2 il discorso non cambia molto. L’effetto grana è leggermente più presente ma non disturba affatto la visualizzazione dei dettagli. Le scene in contesti più scuri sono leggermente migliori rispetto a quelle del primo episodio, ma non ancora eccellenti. L’immagine risulta comunque essere abbastanza pulita mantenendo la stessa vivacità della palette cromatica.


QUALITA’ AUDIO

La codifica audio è un semplice PCM 1.0 sia per quanto riguarda la localizzazione italiana che per quella originale francese, ma in questo genere di film di certo questo non è l’aspetto fondamentale. Non essendo presenti effetti speciali a schermo infatti lo speaker che più si fa sentire è quello centrale, i bassi sono quasi del tutto assenti e non avvertiremo mai un senso di profondità dell’audio che riesce ad immergere lo spettatore. Il doppiaggio italiano è di buon livello, e la riproduzione dei dialoghi è chiara e pulita.

Commento di Antonio Loparco
DNC offre sul mercato un film cult degli anni 80, dove i teenager si rispecchiavano nei loro problemi e nelle loro storie. Questa versione in alta definizione risulta essere di buona fattura sotto tutti gli aspetti. Qualcosa in più si poteva fare per quanto riguarda l’aspetto video soprattutto per quanto riguarda le colorazioni scure, ma per quanto riguarda l’audio anche scegliendo un’altra codifica sicuramente il risultato finale non sarebbe cambiato molto visto il genere di film.
A completare il pacchetto sono stati aggiunti inoltre dei contenuti speciali come il commento del regista, il making of dove sono state rivelate alcune curiosità del dietro le quinte, una galleria fotografica, interviste al cast, e molto altro ancora. Sicuramente è un cofanetto che farà gola a coloro che vogliono rivivere le nostalgie del passato e rispolverare alcuni ricordi.

 

 

Videogiocatore sin da piccolo, ho iniziato ad addentrarmi nel mondo videoludico con Amiga600. Pian piano ho provato varie piattaforme fino all'acquisto della prima PlayStation che è rimasta da sempre la mia console preferita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here