Dopo 30 anni da quanto raccontato nella pellicola di Ridley Scott, Blade Runner 2049 racconta dell’agente K (Ryan Gosling), il nuovo cacciatore di androidi. Replicante di ultima generazione, il suo compito è quello di cercare gli ultimi esemplari Nexus ribellatisi ai loro creatori. La possibilità di riprodursi dei Nexus è invece il chiodo fisso di Nander Wallace (Jared Leto) in quanto convinto che questa “razza” possa essere il futuro della Tyrell Corporation, che ora dirige.
Denis Villeneuve è il regista di questo sequel ed anche in questa pellicola inserisce i temi che prettamente tratta nel suo cinema.
A distanza di qualche mese dall’uscita nelle grandi sale, Blade Runner 2049 torna a mostrarsi in un’edizione Blu Ray che replica la qualità vista su grande schermo.Blade Runner 2049 Blu Ray

Il Blu Ray che ci è stato fornito, distribuito da Universal Picture Home Entertainment, è contenuto in una semplice edizione Amaray, ma in commercio si trova anche un’edizione Steelbook; per i collezionisti sono state invece dedicate due edizioni: la Whisky edition che, oltre al film, contiene due bicchieri da Whisky, e la Deckard Blaster edition, arricchita da una riproduzione fedele della pistola di Deckard.
Tutte le edizioni sono accompagnate da un disco bonus supplementare, su cui sono stati scritti più di 60 minuti di contenuti extra; quest’ultimi, oltre ai più classici trailer, sono composti da una serie di featurette, che fanno conoscere allo spettatore tante curiosità sul making-of del film, e dai tre prologhi, già visti in rete, che collegano il precedente 2019 all’attuale 2049. Il contenuto più interessante è senza ombra di dubbio “La creazione del mondo di Blade Runner 2049”, un documentario di circa 22 minuti che approfondisce l’intera produzione del film.
Ovviamente non c’è bisogno di tutti questi approfondimenti per capire quanto sia profonda la realizzazione di questo film; ogni fotogramma trasuda passione del regista, che ha voluto enfatizzare ogni aspetto del paesaggio che spesso e volentieri risulta essere piatto e deserto, ma mai privo di emozioni. Il direttore della fotografia Roger Deakins è stato infatti definito dal regista come “il secondo protagonista dopo Denis Villeuve”, che lo considera come il suo diretto braccio destro per la realizzazione di questa opera; vedendo proprio questi documentari nei contenuti extra si può infatti intuire quanta passione è stata riposta nella realizzazione di ogni ambientazione.Blade Runner 2049 recensione

Per questo Blu Ray il formato video scelto è stato il 2.40:1, molto simile a quello utilizzato per la proiezione nelle grandi sale “standard”. Il film è caratterizzato da paesaggi dalla palette cromatica varia, che passano da toni freddi a caldi e viceversa in un attimo lasciando lo spettatore a bocca aperta. Tanti i dettagli a schermo, nonostante le aride e futuristiche ambientazioni, quest’ultime caratterizzate da uno stile minimal.
Il DTS HD Master Audio 5.1 è il formato audio scelto per la nostra lingua, ben bilaciato per quanto riguarda i volumi di voce, colonna sonora ed effetti audio. I brani della colonna sonora, composti dai famosi Hans Zimmer e Benjamin Wallfisch, sono colossali ed epici grazie alle particolari sonorità ormai marchio di fabbrica del famoso compositore tedesco. Gli effetti sonori completano il quadro donando alle scene una completezza totale, enfatizzando ogni situazione che vive il nostro agente K.Blade Runner 2049 Blu RAy

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here