Resident Evil 5 Gold Editon Move – Hands on

Piattaforma: Ps3
Genere: Action/Horror
Sviluppatore: Capcom
Distributore: Halifax
Produttore: Capcom
Data rilascio: 19/09/2010
Target: 18+
Giocatori: 1 + multiplayer online
Versione: PAL
Sito Ufficiale: http://www.residentevil.com/

Uno zombie dopo l’altro

Con l’avvento del PlayStation Move, Capcom ha deciso di riproporre il quinto capitolo della famosissima saga Resident Evil. Stiamo parlando ovviamente di Resident Evil 5 Gold Edition, che ha visto la sua luce sul mercato il 15 marzo 2010 e che dal 19 settembre sarà totalmente compatibile con il nuovo motion controller di casa Sony. In questa edizione sono presenti la versione standard del gioco, agli episodi inediti Lost in Nightmares e Desperate Escape, dei nuovi costumi per Chris e Sheva, e una nuova modalità Mercenaries Reunion che include 8 nuovi personaggi giocabili e un vastissimo arsenale di nuove armi. Per chi invece ha già acquistato questa versione sarà possibile scaricare una patch per poter usufruire della giocabilità con il Move. Alla GamesCom 2010, la software house ci ha dato la possibilità di provarlo e quindi siamo qui per darvi le nostre prime impressioni, ma prima vogliamo farvi un breve riassunto su ciò che è Resident Evil 5.

L’horror torna tra noi

Resident Evil 5 è ambientato undici anni dopo il disastro di Raccoon City, avvenuto nel 1998, e cinque dopo l’avventura di Leon Scott Kennedy in Spagna, che ha avuto luogo nel 2004. L’ex membro della squadra speciale S.T.A.R.S. Chris Redfield unito alla B.S.A.A., una compagnia che combatte il bioterrorismo chiamata, viene inviato a Kijuju, in Africa. Il suo scopo è indagare su una misteriosa minaccia bioterroristica. Li incontra una ragazza, Sheva Alomar, membro del ramo africano della B.S.A.A. ed i due scoprono cosa nasconde quel luogo: il popolo di Kijuju è stato infettato da un misterioso parassita, che li costirnge a rimanere in uno stato di furia omicida. Ci si ritrova così a combattere numerose ondate di questi cittadini, chiamatai Majini mentre si cerca di fermare la diffusione di questo virus. Passando ora a parlare del gameplay, Redisent Evil 5 riprende quasi del tutto lo stile dei predecessori, proponendo una visuale in terza persona.

A differenza di quanto visto nei precedenti capitoli però, in questo quinto episodio sembra che gli sviluppatori abbiano voluto dare un taglio decisamente più action rispetto al passato, sostituendo quasi del tutto il singolo zombie che ci faceva saltare dalla sedia con vere e proprie orde che ci vengono incontro.Nel frattempo l’ex capitano della S.T.A.R.S. Albert Wesker, si reca in Africa per collaborare con Excella Gionne, la proprietaria della compagnia farmaceutica Tricell. Wesker cerca di contrastare la B.S.A.A. con l’obiettivo di dominare il mondo, e non lo fa da solo, ma viene aiutato una misteriosa donna incappucciata che fa il lavoro sporco per lui. Novità mai vista prima nella saga di Resident Evil è la modalità multiplayer in cooperativa. Potremo infatti intraprendere lo svolgimento dell’avventura con un nostro amico, o giocare con qualcuno online. Decisamente accattivante questa scelta che aumenta soprattutto la longevità del gioco garantendone la variabilità delle azioni da svolgere.

Horror Move Experience

Considerato che il gioco rimarrà tale e quale al gioco uscito non poco tempo fa sulla nostra PlayStation 3, il protagonista dell’anteprima è senza dubbio il PlayStation Move. Andiamo ad analizzare fin da subito il nuovo tipo di gameplay basato sul motion controller Sony, puntualizziando fin da subito che non tutti lo ameranno, se troppo abituati al gioco adoperando il Sixasis. Per il movimento utilizzeremo la levetta analogica del navigation controller, mentre il Move per camminare, correre e raccogliere oggetti sarà ininfluente in quanto anche la visuale sarà gestita in automatico dal controller con stick. La vera e propria differenziazione l’avremo quando proveremo a prendere la mira e sparare, infatti tenendo premuto il pulsante R attiveremo il mirino e qui potremo controllarlo liberamente su schermo con il controller di movimento, per sparare invece dovremo cliccare sul tasto move. Altro movimento divertente lo si fa quando si vuole usare il coltello per colpire gli avversari perchè dovremo scuotere velocemente il controller, lo stesso identico movimento dovremo farlo poi per ricaricare l’arma tenendo premuto R. Per le finishing move, liberarsi e colpire gli zombie che assalgono il compagno dovremo muovere il PlayStation Move nei modi più disparati. Questo nuovo tipo di gameplay avrà bisogno di un pò di tempo per essere padroneggiato al meglio, però una volta appreso si potranno eseguire Headshot, mutilazioni e veri proprio massacri. Capcom ha unito un Hardcore game, con ancora un’ottima grafica, ad un vero e proprio nuovo gameplay che ci farà divertire in singolo e ci farà estasiare in coop locale sulla stessa console. Non ci rimane altro da dire che anche qui per l’ennesima volta Move riesce ad impressionare con una precisione 1 a 1, ma vista prima.

Commenti Finali di Nicolò Santangelo

Capcom è stata perfetta nell’implementare i comandi e senza dubbio ha fatto centro in quanto riuscirà a dare ai videogiocatori il primo hardcore game per PlayStation  Move. Consigliamo senza dubbio a tutti di provare questa esperienza in coop e in singolo e di rigiocarlo a chi lo ha già fatto, in quanto dà un’esperienza completamente nuova agli utenti PlayStation. Unica accortezza prima di giocare è di fare una giusta calibrazione del controller per ottimizzare l’esperienza 1 : 1, che se non ben fatta ci porterà alla frustrazione per movimenti non riconosciuti o, peggio, mal interpretati. Possiamo sembra ombra di dubbio dire che non c’è niente di meglio che effettuare un Headshot ad uno zombie con il PlayStation Move. Stay tuned per le ultime informazione che ci separano da qui al 19 Settembre 2010.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here