I platinatori incalliti – Il trofeo mancabile

Benvenuti e bentornati nella nostra rubrica dedicata a tutti coloro che amano i trofei! Dopo aver trattato l’argomento platini facili, suggerendo anche qualche titolo, oggi affronteremo uno tra i tre problemi più riscontrati tra i platinatori: IL TROFEO MANCABILE.

I meno avvezzi alla caccia ai trofei si staranno chiedendo: Cos’è un trofeo mancabile? Ebbene, il trofeo Mancabile è quel trofeo che, se non ottenuto in tempo, può costringere a ripetere intere partite per essere sbloccato.
Qualunque platinatore incallito è sicuramente incappato in un trofeo mancabile, il quale ha costretto il suddetto a ripetere l’intero gioco, una parte di esso oppure, addirittura, ad abbandonarlo per rabbia o noia.

Tra aneddoti, esperienze ed improperi vari, abbiamo raccolto le esperienze della redazione su questo spinoso problema. Quanti di voi hanno sofferto come noi?

Il trofeo Mancabile – L’esperienza della redazione

Esperienza di Domenico

Immaginate la situazione. Sono all’inizio della mia carriera da “platinatore incallito” e non ho ancora mai usato una guida ai trofei. Tra le tante avventure proposte, mi faccio prestare da un amico uno tra i titoli più irriverenti di casa Ubisoft: South Park – Il bastone della verità. Ricevuto il gioco, il mio amico mi avverte di utilizzare una Guida ai trofei, dato che il gioco è pieno di collezionabili e lui stesso non è ancora riuscito nell’impresa. Ottimo, mi dico. Avvio il gioco sulla mia console e, in contemporanea, uso il mio portatile per seguire passo passo la guida. Passano le ore e finisco il gioco, ottenendo tutti i trofei normali tra cui quello che richiede di terminare la storia con il nome “Coglionazzo”. Mi restano solamente i collezionabili e le amicizie presenti nella fase free roaming. Ottengo tutti i collezionabili, arrivo a collezionare l’ultima amicizia del video e, ben rilassato, aspetto il pop-up del trofeo e del platino. Aspetto qualche minuto, con la speranza che pian piano si affievolisce. Il platino non si sblocca. Cosa potevo fare? Cerco su vari siti e forum, magari questo trofeo si è buggato a qualcun altro. Dopo ore spese a cercare, con numerose bestemmie ed insulti al seguito, decido di ricontrollare tutte le amicizie ottenute confrontandole ad un’altra guida. Cosa scopro? Dopo aver seguito passo passo la guida mi mancava l’amicizia del Capo della polizia, la quale si ottiene solo e soltanto in una fase ben specifica della storia. Dopo aver lanciato il pad e detto l’indicibile, ho abbandonato tutto. South Park è stato il primo gioco in cui non ho ottenuto il platino volontariamente.

Esperienza di Matteo

Mi arriva finalmente Persona 5 Royal, con settimane d’anticipo rispetto alla sua release ufficiale. Tutto è come me lo aspettavo e, man mano che avanzo nell’avventura, sblocco i trofei seguendo la mia esperienza vissuta con la prima edizione. Dopo un certo quantitativo di ore ho ottenuto tutti i trofei che ritenevo mancabili, avvicinandomi quindi al termine della storia con la curiosità di scoprire il nuovo capitolo. Concluso quindi quello che fu l’ultimo dungeon nell’edizione base, mi metto comodo ad attendere un colpo di scena. Ciò che, appunto, avrebbe dovuto condurmi all’aggiunta più “cicciosa” del prodotto. Schermo nero, finale e titoli di coda.
Non capivo. Guardavo sgomento lo schermo. Cercai di capire cosa avessi sbagliato. Perché non ho ottenuto l’accesso al nuovo capitolo dopo sessanta ore di gioco?! Ho pensato seriamente di aver buttato letteralmente la prima run. Dopo svariate imprecazioni notturne, feci una ricerca per capire il perché di tale trofeo mancabile. Fu un qualcosa di inaspettato, poiché era strettamente legato alla trama. Tutti i trofei legati alla storia di Persona 5 Royal si ottengono col normale proseguimento! Dunque, cos’è che ho sbagliato? Alla fine, nero su bianco, appare la brutta notizia: non ho fatto attenzione ad un particolare confidente, il quale andava portato al massimo entro una certa scadenza.
Dopo la disperazione non ho potuto arrendermi, ho deciso di avviare l’NG+ e di correre verso quel platino a pochi giorni che mi separavano dall’embargo. Così, mi sono lasciato andare in preda alla follia e, in 30 ore, ho rigiocato tutta la seconda run. Trenta ore consumate in due giorni. Ho raggiunto il fatidico dungeon mancante (di cui ho potuto godere del suo svolgimento) e mi sono avviato al finale. “Finché non sblocco il platino non vado a dormire”. Da malato, lo so, eppure la mia determinazione superava qualsiasi ostacolo fisico e mentale. Così, finita la seconda run e preso l’ultimo trofeo che mi mancava sblocco il trofeo di platino. Alle 6:30 del mattino, ottenendo anche il primo posto nella classifica europea (e Nord Americana, se vogliamo) su Psnprofiles. Tripla soddisfazione, soprattutto perché sono riuscito a portare a termine tutto quello che dovevo entro la scadenza prefissata.

Esperienza di Luca

I trofei mancabili sono quelli che, per un cosiddetto “cacciatore di trofei”, risultano essere i loro “peggior nemici”. Inizialmente, quando anni fa mi avvicinai al mondo dei trofei, mi innervosiva parecchio l’idea di perdere qualche trofeo solamente per via di semplici dimenticanze. Per di più se dovute alla vastità dell’universo di gioco o a delle scelte morali sbagliate. Attualmente, complice anche il minor tempo a disposizione, vivo questa “passione nella passione” decisamente in maniera più rilassata. Cerco di fare attenzione il più possibile, ponderando scelte ed azioni in qualsiasi gioco. Il concetto di mancabile, spesso e volentieri, non riguarda però soltanto i trofei. Per fare un esempio, attualmente sto giocando Persona 5 Royal che, di mancabile, non ha soltanto dei trofei ma persino l’intera nuova parte extra (ed annesso true ending), aggiunta con questa nuova edizione del gioco. Sbloccarla non è difficilissimo, tutt’altro, ma senza un minimo di preparazione e pianificazione si può rischiare di rimanere seriamente a bocca asciutta.

Guida ai trofei di Persona 5 Royal

Esperienza di Mirco

Quando vedo un trofeo mancabile? Devo ammetterlo, l’odio un po’ sale. Certo, il videogioco è una passione e i trofei sono secondari ma… Lo sapete, finire un gioco ed aver perso un singolo trofeo fa male. Ultimamente, dovendo recensire qui sul sito, cerco di leggere i trofei solamente dopo aver portato a termine almeno la trama del gioco. Questo porta purtroppo a brutte sorprese, soprattutto per chi ci tiene all’ottenere quel platino da esporre in bacheca. Devo dire, però, di non aver avuto troppi problemi.
Non ho mai imprecato seriamente per l’esistenza di questi trofei ma, se devo trovarne alcuni che proprio non mi piacciono, quelli legati alle scelte di trama proprio non mi vanno giù. L’esempio perfetto è rappresentato dai giochi di ruolo. Quanti di voi hanno finito 300 ore di campagna per vedersi negato il platino a causa di una scelta fatta a metà avventura? Ecco. Un esempio recente può essere Pillars of Eternity 2: Deadfire. Una decina di trofei, uno per ogni fazione di gioco e pure mancabili. È sempre possibile ovviare alla cosa con salvataggi precedenti o grazie alla vecchia cara USB (o il cloud), ma a volte rinuncio proprio.

Recensione di Pillars of Eternity 2: Deadfire

Esperienza di Francesco

Il mio rapporto con i trofei mancabili? Difficile esprimerlo. Di certo, per noi cacciatori di trofei, sono da sempre un grande ostacolo per arrivare al tanto amato trofeo di platino. Questo varia, però, da gioco a gioco.
Ma prendiamo un esempio. Recentemente ho acquistato Dragon’s Dogma: Dark Arisen e tra i trofei era presente il solito “completa tutte le secondarie”. A differenza di altri titoli del genere, le secondarie in questo caso sono davvero tantissime. Ma non solo, obbligavano il giocatore a cercare tra Wiki/Forum una guida completa, visto che molte sono facilmente mancabili. Tutto per rendere il platino anche frustrante, a dirla tutta.
Un altro esempio può essere Skyrim e le sue “Quest Daedriche”. Seppur non completamente mancabile come trofeo, visto che può essere fatto in endgame, ciò che lo rende antipatico è il modo in cui alcune vanno completate. Infatti, facendo scelte sbagliate, si manda all’aria l’intero trofeo.
Alla fin fine, i trofei mancabili fanno parte del nostro cacciare quotidiano. Bisogna semplicemente prestare attenzione al tipo di titolo che si va a giocare. Questo ovviamente al netto che non tutti sono propensi a rigiocare un titolo vastissimo solamente per recuperare dei trofei.

E voi invece? Avete un gioco che vi ha fatto imprecare amaramente dopo aver perso un trofeo? Raccontatecelo!

Domenico Pepino

Domenico Pepino

Gli scienziati sognano di fare grandi cose. Gli ingegneri le realizzano.

Lascia un commento

Post Recenti