Duke Nukem Forever – Anteprima

Piattaforma: PS3, Xbox 360, PC
Genere: FPS
PlayStation Move: n/d
Supporto 3D: n/d
Sviluppato: Gearbox Software
Distribuito: Cidiverte
Pubblicato: 2K Games
Data rilascio: Q2 2011
Target: 18+
Giocatori: 1 + Multiplayer Online
Versione: PAL
Sito Ufficiale: http://www.3drealms.com/

C’era una volta un Duca….
Quanti anni sono passati da Duke Nukem 3D? Ah, si, ormai quasi 14 anni. Il gioco merita davvero poche presentazioni dato l’enorme successo, ma il suo seguito nonché il titolo in questione forse sì. Annunciato infatti per la prima volta nel 1997 (sì, avete capito bene), da allora non c’è stato altro che un susseguirsi di annunci, possibili date di rilascio, teaser trailer che lasciano il tempo che trovano, notizie ambigue e poco veritiere,ecc…. Non è certo un caso che Duke Nukem Forever abbia vinto il premio come miglior vaporware per ben 6 volte! Comunque tutto questo è un “lontano” ricordo, visto che non solo è stato annunciato un periodo di uscita ma si è potuto mettere mano su una demo giocabile. Quindi facendo tutti gli scongiuri del caso potremmo quasi affermare che ora più che mai il Duca sta per tornare!

Il tempo non lo ha cambiato….per fortuna!
La demo presentata al PAX è riuscita subito a farci tirare un sospiro di sollievo, dandoci prova che il Duca in tutti questi anni non è cambiato di una virgola nei suoi atteggiamenti tamarri. Tanto per cominciare la sessione di gioco inizia in un bagno pubblico, in cui dovremo soddisfare i nostri bisogni fisiologici giocando un po’ con il grilletto destro per calibrare il raggio dello zampillo di urina. Ma questo momento di relax viene subito interrotto da una serie di esplosioni provenienti dall’esterno, che ci spingono a uscire per vedere che sta succedendo. In un attimo ci ritroviamo in uno spogliatoio di un campo da football americano, con dei soldati intenti a studiare un piano d’attacco su una lavagnetta, che il Duca prontamente non fa altro che scarabocchiare e cancellare suscitanto lo stupore e la rabbia del comandante. Dopo aver ricevuto le istruzioni e aver seguito strade obbligate ci ritroviamo all’aperto, nel campo di gioco contro un enorme alieno armato di tutto punto. Anche noi però non siamo da meno, avendo a disposizione un lanciarazzi con munizioni all’apparenza infinite. Una volta fatto fuori grazie anche ad alcuni QTE, il Duca farà bella mostra di sé facendo meta, calciando il globo oculare del mostro appena morto. Ma una volta arrivati alla fine della demo con il titolo in bella mostra, si scopre che tutto ciò non è altro che un gioco nel gioco, e la telecamera si allontanerà per mostrare il Duca intento a divertirsi a giocare alla demo appena descritta, in compagnia di due belle ragazze in atteggiamenti “sospetti”….Come potete intuire, tralasciando per un attimo l’aspetto tecnico di cui parleremo in seguito, lo spirito ironico e strafottente caratteristico della serie non è cambiato in tutti questi anni. E questa è senz’altro un’ottima notizia!

Ma che è successo in questi 12 anni?
Tanti sono gli anni passati da quanto il Duca ha finito di sterminare una volta per tutte quei dannati alieni in Duke Nukem 3D, e ora si gode la bella vita pieno di soldi e di donne, per non parlare poi di un hotel e casinò di sua proprietà a Las Vegas. Ma possono gli alieni averla capita una volta per tutte? Certo che no, ed ecco quindi che ritornano sulla Terra, questa volta in “pace”. I governi di tutto il mondo gli credono come degli allocchi, davanti allo sguardo impotente del Duca. Cominciano a rubare di tutto e a distruggere all’improvviso, ma quando iniziano a rapire le donne per creare un super-esercito il Duca non ci sta più. Ed è proprio da qui che inizia la nuova battaglia del protagonista più tamarro di sempre! Come si può intuire la trama non è il punto forte del gioco e non vanta certo chissà quale profondità, ma fa da cornice e da stimolo al giocatore e lo prepara a quello che verrà, una vera e propria mattanza di alieni senza alcuna pietà. Il titolo sembra essere già ad un buon punto di sviluppo, e da quanto si è potuto capire la campagna single player sarà composta da circa una ventina di livelli. Ciò fa ben sperare in una esperienza in singolo forse non profonda, ma di lunga durata e questo è senz’altro ben accetto.

Sviluppo infinito e traballante
Una volta appurato che lo spirito che ha da sempre contraddistinto la saga è rimasto praticamente invariato, abbiamo potuto rivolgere la nostra attenzione all’aspetto tecnico. Come era logico aspettarsi lo sviluppo ha risentito dei tanti anni trascorsi e del ripetuto passaggio di testimone da un team di programmatori ad un altro. Tutto ciò ha portato a sviluppare un livello grafico spesso altalenante, mostrando certe volte ottime cose, mentre in altri frangenti appena sufficiente. I modelli poligonali ci sono sembrati realizzati in modo discreto, ma senza eccellere. Il gioco può vantare, da quanto visto finora, una buona varietà di nemici mentre le animazioni si assestano su buoni livelli. Qualche texture poco definita ci ha fatto storcere un po’ il naso, mentre gli effetti particellari e di luce son ben realizzati e curati. La demo ha mostrato anche una sessione di gioco a bordo di un big-foot, che però ha rivelato una fisica non molto realistica. L’I.A.dei nemici non è certo da riferimento, in quanto punteranno per la maggior parte delle volte a venirvi incontro armati di tutto punto, e questo ci ha fatto subito capire che preferiscono puntare sulla quantità piuttosto che sulla qualità. Le armi sono numerose e vanno dall’immancabile pistola al fucile a pompa, senza contare mitragliatori vari e fucili da cecchino. Inoltre lo storico shrinking gun in grado di rimpicciolire i nemici per poi schiacciarli come formiche sarà ovviamente presente. Purtroppo il Duca potrà portare con sé solo due armi per volta, e questo obbliga il giocatore a scegliere il proprio armamento in modo oculato se vuole far fuori efficacemente orde di nemici.

Commento di El Shafey Mido
Alcuni pensano che sia un sacrilegio portare a termine questo gioco, che ormai sembrava non dover uscire mai. In molti hanno paura che si stravolga l’anima della saga e che non sia all’altezza di questa next-gen. Se nel primo caso possiamo dirvi con sicurezza di stare tranquilli dato che il Duca è sempre strafottente come al solito, nel secondo non ci metteremmo la mano sul fuoco. Il livello tecnico visto fino ad ora, sia chiaro, non è certo orribile ma pensiamo che ci sia ancora parecchio lavoro da svolgere. Curare meglio i modelli poligonali, qualche scenario e rendere l’I.A. nemica più tosta. In tutta sincerità, nonostante siamo consapevoli che molti fans vorrebbero il gioco già sugli scaffali dei negozi, ci sentiamo di consigliare di al team di sviluppo di non avere fretta nel lavoro che stanno svolgendo. Pensiamo sia indispensabile dare un maggior apporto grafico al titolo, in modo tale da renderlo ancora più bello da vedere e competitivo sul mercato. In fondo abbiamo aspettato più di una decina d’anni, che sarà mai qualche mese in più?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here