Gran Turismo Sport – Recensione Multiplayer Online

Dopo una lunga analisi della componente offline di Gran Turismo Sport, abbiamo approfondito anche la modalità "Sport", fulcro di questo nuovo settimo capitolo. Il multiplayer online sembra adattarsi per divertire qualsiasi tipologia di giocatore, dai principianti ai più esperti, presentando un nuovo sistema di valutazione oltre che la possibilità di prendere parte a diverse gare quotidiane per poi ripeterle ogni volta che vogliamo. Ancora da scoprire per bene in Campionati, che partiranno a breve. Siamo solo curiosi di vedere cosa farà Polyphony nel prossimo futuro per questo titolo, speriamo che cercherà di ampliare l'offerta di questo titolo in ogni fronte in quanto, oltre alle solite pecche che possono essere la mancanza dei danni ed una fisica non proprio perfetta, è necessario aumentare le variabili di gioco. A nostro avviso, la componente online di Gran Turismo Sport diverte ed ha tutte le carte in regola per fare sempre meglio, per questo ci sentiamo comunque di premiarlo anche se non a pieni voti. L'esperienza di gioco è godibile, ma è necessario qualche ritocco.

Dopo un’analisi approfondita riguardante la componente single player di Gran Turismo Sport, in questo nuovo articolo vi parliamo di tutto ciò che riguarda la modalità online del titolo di Polyphony Digital, chiamata “Sport”, e del feedback che restituisce se giocato con la periferica PlayStation VR. Non vi resta quindi che allacciare nuovamente il caso e sfrecciare tra le righe di questa seconda parte della nostra recensione!

Gran Turismo Sport Lista TrofeiRecensione della modalità online e VR di Gran Turismo Sport

Prima di poter addentrarci nel vivo della modalità Sport, il titolo ci “costringe” a vedere un paio di brevi filmati, dalla durata di circa 2:30 minuti, che possiamo selezionare nella voce “Etichette di Corsa”, sotto l’apposita sezione della modalità in questione. I due video altro non sono che degli insegnamenti su alcune nozioni base sul mondo delle gare automobilistiche, il primo che insegna cos’è la sportività e come bisogna approcciare nei confronti degli altri piloti, mentre il secondo mostra una carrellata di esempi tipici di guida scorretta, come il frenare bruscamente scontrandosi con altre vetture, tamponare chi ci precede e molto altro.

Gran Turismo SportPossiamo quindi ora selezionare la voce del manu “Sport” ed a questo punto il titolo ci dàil benvenuto illustrandoci in maniera approfondita cosa è possibile fare in questa modalità online, come prendere parte a tre diverse gare quotidiane o a diversi campionati per accrescere la nostra fama e popolarità. Il gioco tiene conto, oltre che delle nostre vittorie, anche di altri fattori che ci permettono di scalare alcune classifiche. Tra queste troviamo la Classificazione Pilota, una sorta di livello giocatore che fa riferimento alla “Velocità” di ognuno di noi; suddivisa in 6 livelli differenti (dal più basso “E” fino al più alto “S”), dobbiamo cercare di ottenere risultati positivi durante le gare, come ad esempio vincere le competizioni o semplicemente arrivare sul podio.
Ad affiancare questa classifica troviamo anche la Classificazione Sportività, un fattore che tiene conto invece della nostra condotta in gara; per aumentare questo parametro dobbiamo concludere sempre con delle “Gare Pulite” evitando collisioni oppure cercando di non creare situazioni pericolose che possono ostacolare i piloti che ci stanno dietro.

Sportellate, frenate brusche o situazioni pericolose: nulla è consentito in GT Sport

Dopo questa breve introduzione su queste piccole novità introdotte da Polyphony Digital, è il momento di parlare più approfonditamente delle “Gare Quotidiane” e dare un piccolo sguardo anche ai “Campionati”.
Gran Turismo Sport ci mette a disposizione tre tipologie diverse di “Gare Quotidiane”, che possiamo ripetere quante volte vogliamo durante la giornata e che il titolo ci mette a disposizione ogni cinque minuti: una gara dedicata alle “N200”, una alle “Gr.4” ed infine l’ultima alle “Gr.3”.
Una volte scelta la competizione da voler affrontare e selezionato “Partecipa alla Gara” veniamo portati in una schermata di pre-partita dove, oltre a visualizzare il countdown per l’inizio della gara, possiamo prendere parte anche alle qualifiche per cercare di ottenere posizioni più vantaggiose nella griglia di partenza. Conclusa questa fase, veniamo scaraventati immediatamente nella schermata di matchmaking dove ci viene mostrata la lista completa dei nostri avversari e la posizione di partenza ottenuta da tutti i partecipanti in base al tempo registrato durante le qualifiche. Da questo momento parte la sfida vera e propria: una gara che ci mette in pista con altre 12 persone e che prende inizio subito dopo il “Warm-Up”, dalla durata massima di 1:30 minuti.
Insomma, il nostro consiglio è quello di utilizzare le gare proposte da questa modalità, insieme alla componente offline, per fare tanta pratica sui tracciati, studiando anche gli avversari per capire qual è la miglior traiettoria da seguire per i tempi migliori. Ovviamente, se siete dei neofiti della saga, questo consiglio è ancor più da valutare.

Passiamo ora alla seconda proposta offerta da questa modalità online di Gran Turismo Sport, i campionati presenti: Coppa delle nazioni FIA GT e Series 2017 – Test Season – Round 1. Il primo campionato citato prenderà il via il prossimo 4 novembre 2017, alle 23:00 circa, e vi potranno partecipare i piloti di tutto il mondo con qualsiasi vettura presente nel garage di ognuno, rispettando però la classificazione della macchina dettata dal torneo.
Il secondo torneo partirà invece il 5 novembre 2017, sempre alle 23:00 circa, ed anche qui potranno partecipare piloti di tutto il mondo; la differenza rispetto a Coppa delle Nazioni FIA GT è che, in questo caso, dovremo scegliere una determinata Casa Produttrice da portare in pista, rimanendo sempre sotto la classificazione della macchina dettata dal torneo.
Analizzando quindi l’offerta, Polyphony sembra che abbia girato lo sterzo di Gran Turismo Sport in una direzione diversa rispetto ai suoi predecessori. Quest’ultimo capitolo è sicuramente più votato ad una componente Multiplayer Online Competitiva, che probabilmente sfocerà in una serie di tornei che, chissà, potremo vedere in un vero e proprio contesto eSport e non nella sola GT Academy. Non che la componente Singleplayer non sia valida, attenzione, ma siamo sicuri che prossimamente ne vedremo delle belle da questo punto di vista. Speriamo solo che vengano aggiunti contenuti al più presto, per ora l’esperienza sembra valida ma poco varia, cosa che sinceramente non ci aspettavamo da una serie che ormai è conosciuta da tantissimi anni.

GUIDE TROFEI

Little Big Workshop – Recensione

Da amante di strategici e simulativi, ho sempre apprezzato la complessità del proporre sfide organizzative ai giocatori. Passando tra moltissimi esponenti del genere, da...

Space Crew – Recensione

Siamo in un periodo decisamente impegnativo in qualità di videogiocatori. Il mese di ottobre è solito mettere sul piatto una miriade di videogiochi, le...
Francesco Suozzo
Francesco Suozzo
Appassionato di console sin da bambino, ha cominciato la sua carriera da videogiocatore con l'intramontabile PlayStation One e tanto tempo ci vorrà prima di attaccare il DualShock al muro. Predilige con maestria quasi tutti i generi videoludici, eccezion fatta per i puzzle game. Ha un debole per JRPG e RPG ed è un malato di Final Fantasy e Metal Gear Solid.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome