Uncharted 2: Among Thieves

Non delude assolutamente, anzi forse premia, le aspettative degli utenti. Un capolavoro che merita tutte le vendite che sta registrando. Giusto premio per lo sforzo dei produttori. Questo è un gioco che ha un animo…

Sviluppato da: Naughty Dog
Prodotto da: Sony Computer Entertainment Europe
Distribuito da: Sony
Data di pubblicazione: 14/10/2009

Valutazione Menu: 8/10
Valutazione Gameplay: 10/10
Valutazione Longevità: 8/10
Valutazione Grafica: 10/10
Valutazione Sonoro: 8/10
Valutazione Online: 9/10

Menu & Intro
Il Menù è semplice, nulla di particolare. Molto simile a quello del primo capitolo sia per tema che per contenuti. Nuova l’opzione multiplayer invece. Il sottofondo musicale è molto simile anch’esso al primo capitolo, e la cosa nn dispiace. Ad ogni modo nessuna innovazione rilevante.

GamePlay
Olè….come disse qualcuno dopo solo poche ore di gioco: “Mai visto nulla del genere”. Provandolo nn posso che concordare. Sebbene la dinamica del gioco sia simile a quella del primo ci troviamo, in verità, innanzi ad una integrazione fra sparatorie e la nuova componente stealth estremamente azzeccata. Ebbene si…entrando in un nuovo scenario non vedremo comparire orde di nemici che ci crivellano di colpi. Avremo la possibilità di metterne K.O buona parte agendo di soppiatto. Questo modo di agire è essenziale per il prosieguo dell’avventura. Gli scontri sono infatti più difficili e anche L’AI dei nemici sembra essere migliorata. Almeno nel livello di difficoltà testato. Ci sono nuove e spettacolari azioni sia per le uccisioni di soppiatto che per il combattimento a mani nude. Quest’ultimo in particolare è ora diventato un pizzico più interattivo. I nostri colpi potranno infatti essere bloccati e contrattaccati, Spingendo tempestivamente un determinato pulsante faremo una “contro-contromossa”  il più delle volte definitiva. Le scalate di edifici, crepacci e quant’altro non ha subito grandi cambiamenti, se non per il fatto che moltissimi elementi scenografici su cui il nostro Natan si aggrapperà, si romperanno o si piegheranno rendendo l’ambiente più dinamico e meno ovvio. Ci si rende subito conto di trovarsi in una ambientazione interattiva e non statica. Le cutscenes sono ENTUSIASMANTI, ironiche e divertenti…La storia travolgente ed appassionante. I battibecchi del nostro eroe dongiovanni sono resi alla perfezione sembrano recitati da attori di bravura fuori dal comune. I “Cagnacci” hanno nuovamente fatto centro.

Longevità
Anche questo capitolo nel single player verrà portato a termine in una 15ina di ore con parecchio ottimismo. Ma il Multiplayer, ottimamente riuscito, non ci stuferà mai di giocare.

Grafica
E’ visivamente un prodigio. Le espressioni dei personaggi, la qualità delle ambientazioni la sporcizia s abiti e viso del nostro eroe….non hanno eguali. Grafica eccellente. Effetti speciali di prim’ordine. Le animazioni sono fluide…forse c’è qualche incertezza nel movimento del nostro personaggio in alcuni punti dove dovremo saltare su scenari ricchi di asperità e ostacoli.

Sonoro
Le musiche sono molto simili a quelle del primo capitolo. Ma un grande pregio di questo aspetto è il doppiaggio dei personaggi. Sono estremamente realistici e rendono ottimamente la qualità dei dialoghi. Perfettamente appropriati alle varie situazioni.

Modalità online
Attesissima new entry. E’ realizzata ottimamente e non è solo un contorno al single player. E, a differenza di Call of Duty, non è il single player un contorno dell’online. I due aspetti semplicemente sono due giochi perfettamente godibili. Nell’online sarà possibile persino giocare scenari del single player assieme agli amici. Poi ci sono tutte le altre classiche modalità degli sparatutto più comuni. Il Deathmatch, il deathmatch a squadre etc etc. Sarà possibile salire di livello ed accumulare soldi con cui comprare potenziamenti esattamente come in CoD. Una features molto simpatica è la possibilità di poter registrare un’intera partita per rivedersela dal punto di vista di uno qualsiasi dei partecipanti, sia della propria fazione che della fazione opposta.

GUIDE TROFEI

Little Big Workshop – Recensione

Da amante di strategici e simulativi, ho sempre apprezzato la complessità del proporre sfide organizzative ai giocatori. Passando tra moltissimi esponenti del genere, da...

Space Crew – Recensione

Siamo in un periodo decisamente impegnativo in qualità di videogiocatori. Il mese di ottobre è solito mettere sul piatto una miriade di videogiochi, le...
Antonio Loparco
Antonio Loparcohttps://www.playstationzone.it
Videogiocatore sin da piccolo, ho iniziato ad addentrarmi nel mondo videoludico con Amiga600. Pian piano ho provato varie piattaforme fino all'acquisto della prima PlayStation che è rimasta da sempre la mia console preferita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome