LEGO Indiana Jones 2: L’avventura Continua

LEGO Indiana Jones 2: L'avventura Continua è un titolo adatto a persone di qualsiasi età, anche per chi non è appassionato della saga del celebre film. Purtroppo però non introduce molte novità accattivanti e se si ha giocato agli altri titoli della serie LEGO, sembra di rivivere cose già viste. Speriamo che gli sviluppatori in un prossimo titolo riusciranno a rendere innovativo il contenuto altrimenti rischia di diventare una serie di giochi troppo ripetitiva ed è un vero peccato, vista l'originalità dell'idea di base. Rimane comunque molto apprezzata la comicità utilizzata per ripercorrere le avventure del mitico Indy.

Sviluppato da: Traveller’s Tales
Prodotto da: Luca’s Arts
Distribuito da: Activision
Data di pubblicazione: 18/11/2009

Valutazione Menu: 6/10
Valutazione Gameplay: 7/10
Valutazione Longevità: 7/10
Valutazione Grafica: 6/10
Valutazione Sonoro: 7/10

Menu & Intro
LEGO Indiana Jones 2 è un titolo che mette insieme i quattro capitoli della serie “spielberghiana” più famosa con una fantastica rivisitazione in stile LEGO. Ripercorreremo infatti piccoli spezzoni presi dai primi 3 film ed un focus assoluto su Il Regno del Teschio di Cristallo, titolo escluso dal precedente Traveller’s Tales. E’ proprio infatti la parte iniziale dell’ultimo capitolo che ci viene mostrata nel filmato introduttivo in cui si nota subito la comicità a cui gli sviluppatori di questi titoli ci hanno abituato.
Il menu principale anche è ripreso dal primo scenario de “Il Regno del Teschio di Cristallo” da cui scegliamo l’opzione desiderata da delle scatole di legno poggiate sul pavimento.

Gameplay
Frusta in mano e via a saltare e ad arrampicarsi da tutte le parti con il mitico Indy.
Il gameplay è rimasto quello tradizionale dei giochi di questo tipo. Varie fasi con enigmi ambientali abbastanza semplici e scene a bordo di veicoli di vario genere, si mischiano in modo del tutto naturale con il suo caratteristico genere action-adventure. Molto innovativo lo split screen “dinamico” che non è una cosa del tutto nuova ma è comunque piacevole la possibilità di muoversi e girovagare in modo quasi del tutto libero per i giganteschi livelli di questo titolo.
Tutto questo è accompagnato dalla classica comicità che ormai siamo abituati ad avere in questi titoli che ci fanno rivivere le avventure delle più famose saghe dei film del passato.
Ma la più importante novità introdotta in LEGO Indiana Jones 2 purtroppo non rende come dovrebbe. Gli sviluppatori hanno introdotto all’interno del gioco un sistema di editing di livelli in perfetto stile LEGO. Mentre si incastrano i mattoncini sembra quasi di tornare bambini. Purtroppo però la difficoltà nel gestire l’editor e la mancata possibilità di condividere il tutto online, rende questa modalità tanto originale quanto poco intuitiva e poco sfruttata.

Longevità
Molti livelli dalla discreta durata rendono Indiana Jones 2: L’avventura Continua un titolo dalla longevità giusta tanto da non diventare ne troppo veloce ne troppo ripetitivo. L’editor dei livelli giocabili e personalizzabili inserito all’interno di questo capitolo rende il tutto molto più vario e longevo rispetto ai precedenti titoli di questo genere.

Grafica
Molto semplice ma allo stesso tempo accattivante, la grafica di LEGO Indiana Jones 2 non è lo standard che siamo abituati a vedere in questo periodo con i giochi più in voga. Bisogna però fare davvero i complimenti agli sviluppatori di questo titolo per aver trasformato in perfetto stile LEGO le intere ambientazioni del film, riuscendo a dare la giusta atmosfera alle nostre avventure. Il motore grafico riesce a gestire il tutto in modo molto fluido e con la giusta dinamica anche se a volte ha qualche esitazione nella gestione delle immagini.

Sonoro
E’ sempre un piacere ascoltare le classiche musiche della colonna sonora della serie di Indiana Jones. Non ci sono infatti molte parole per descrivere l’emozione di chi ha sentito queste melodie nella più famosa saga di film di Steven Spielberg ed è invece un’ottimo modo per farle ascoltare ai più piccoli.
Come nei precedenti capitoli non sono presenti dialoghi. Per capire stati d’animo e intenzioni dei personaggi infatti gli sviluppatori continuano ad utilizzare una buona mimica facciale e del corpo che ci fanno subito intuire la situazione che stiamo vivendo.

GUIDE TROFEI

Little Big Workshop – Recensione

Da amante di strategici e simulativi, ho sempre apprezzato la complessità del proporre sfide organizzative ai giocatori. Passando tra moltissimi esponenti del genere, da...

Space Crew – Recensione

Siamo in un periodo decisamente impegnativo in qualità di videogiocatori. Il mese di ottobre è solito mettere sul piatto una miriade di videogiochi, le...
Antonio Loparco
Antonio Loparcohttps://www.playstationzone.it
Videogiocatore sin da piccolo, ho iniziato ad addentrarmi nel mondo videoludico con Amiga600. Pian piano ho provato varie piattaforme fino all'acquisto della prima PlayStation che è rimasta da sempre la mia console preferita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome