Disgaea 3: Absence of Justice

Sviluppato da: Nippon Ichi
Prodotto da: Square-Enix
Distribuito da: Halifax (Digital Bros.)
Data di Pubblicazione: 20 Febbraio 2009

 

Valutazione Menu: 7/10
Valutazione GamePlay: 8/10
Valutazione Longevità: 8/10
Valutazione Grafica: 7/10
Valutazione Sonoro: 7/10

 

 

 

 

Menu & Intro
Il menu principale rispecchia le caratteristiche dei classici RPG del passato. Sono presenti le opzioni “Start”, “Continue” e “Settings” nel quale è possibile impostare la velocità dei dialoghi, il volume dei brani e altre opzioni che si possono cambiare a proprio piacimento. L’introduzione invece si presenta con una sequenza di immagini nel quale ci viene spiegata la situazione del mondo in cui ci troviamo a svolgere le nostre avventure. Finito ciò saremo catapultati nella “Maritsu Evil Accademy”, luogo in cui inizia la storia ed impareremo a prender confidenza con il sistema di combattimento. Qui il protagonista dovrà farsi notare dagli insegnanti facendo l’esatto opposto di quanto gli viene richiesto dando al gioco un lato ironico molto accentuato.

GamePlay
Le modalità di gioco di “Disgaea 3” ricordano molto quelle di altri RPG. Ci saranno scene in cui assisteremo a dialoghi tra i vari protagonisti alternate a combattimenti in cui ci troveremo a muovere i personaggi del nostro team in una determinata zona divisa in caselle a scacchiera. Ed è qui che entra in gioco il particolare sistema di combattimento. Oltre a muovere il personaggio in una determinata zona e a fargli compiere azioni base come attacchi, magie ed utilizzare oggetti, potremo effettuare un numero elevato di combo così da aumentare notevolmente il danno provocato ai vostri nemici. Queste le potremo far eseguire ad una grande quantità di classi disponibili: per la precisione sono ventisette per la razza umana, venti per i mostri e altri sedici personaggi extra. Inoltre per rendere ancora più originale il combat system la scacchiera del terreno presenta colori diversi per ogni casella. Questi colori indicano determinati elementi che servono a dare potenziamenti o indebolimenti al personaggio che vi è sopra. Questo sistema si chiama “Geo System” ed è una caratteristica di punta di questa saga sin dai precedenti capitoli.

Longevità
Come un qualsiasi GDR che si rispetti la longevità è un punto di forza anche in “Disgaea 3: Absence of Justice”. La possibilità di arrivare al 9999 livello e di potenziare al massimo i vostri personaggi, vi faranno passare davanti a questo titolo molte ore di gioco. Oltre a questo ci sarà la possibilità di variare il finale in base alle decisioni che prenderete durante le vostre avventure; quindi preparatevi a rimanere incollati davanti allo schermo per molto tempo se vorrete sbloccarli tutti.

Grafica
Anche la grafica rientra nel classico degli RPG di questo tipo. Skin dei personaggi in 2D su un paesaggio in 3D anche se di certo non è paragonabile ai giochi di nuova generazione. Durante le battaglie potrete ruotare e zoomare il terreno di combattimento per migliorare la visibilità. Nonostante questo però a volte si hanno problemi nel visualizzare bene le posizioni in cui volete mandare il vostro personaggio. I filmati sono in stile anime giapponese disegnati con accuratezza e con colori molto vivaci. Una cosa che salta all’occhio sono gli effetti di luce ben realizzati che ammirerete facendo combo e magie sempre più sceniche e complesse.

Sonoro
Un altro tocco di ironia a questo titolo riesce a darlo la colonna sonora, curata da “Tempei Sato”. I suoi brani orchestrali si alternano da allegri a cupi e misteriosi ovviamente a seconda dell’ambiente in cui ci troviamo. Le semplici melodie di accompagnamento durante le varie sezioni di gioco, lasciano spazio a vere e proprie composizioni che riescono ad accentuare le scene più significative delle nostre avventure.

Commenti Conclusivi di Antonio Loparco
Se vi sono piaciuti i suoi due predecessori, sicuramente non vi dispiacerà neanche questo terzo capitolo. Gli amanti del genere RPG lo apprezzeranno sicuramente. Unica pecca è che il gioco è totalmente in inglese e questo può far scoraggiare chi non conosce bene la lingua. La grafica, nonostante “Disgaea 3” sia un titolo uscito su una console di nuova generazione, ricorda molto quella dei precedenti capitoli per “Playstation 2”.

Videogiocatore sin da piccolo, ho iniziato ad addentrarmi nel mondo videoludico con Amiga600. Pian piano ho provato varie piattaforme fino all'acquisto della prima PlayStation che è rimasta da sempre la mia console preferita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here