Call of Duty: Modern Warfare 2

In questa generazione di videogiochi, probabilmente ci siamo abituati ad usare troppo spesso la parola capolavoro e non sempre in maniera appropriata. In questo caso invece, sembra l'unico aggettivo adatto. Modern Warfare 2 è un capolavoro, forse non dal punto di vista tecnico, ma sicuramente dal punto di vista della giocabilità e del divertimento offerto, che, in fin dei conti, è quello che più ci interessa. In definitiva è un acquisto obbligato, sia per i tanti appassionati del vecchio titolo, sia per chi cerca un gioco divertente, appagante, impegnativo il giusto ed enormemente longevo.

Sviluppato da: Infinity Ward
Prodotto da: Activision
Distribuito da: Activision
Data di pubblicazione: 10/11/2009

Valutazione Menu: 7/10
Valutazione Gameplay: 9/10
Valutazione Grafica: 9/10
Valutazione Sonoro: 9/10
Valutazione Online: 10/10
Valutazione Longevità: 10/10

Menu & intro
Ci sono titoli capaci di stravolgere ed innovare un genere, capaci di fare da spartiacque in un determinata generazione di videogiochi. Uno di questi è stato senza dubbio Call of Duty 4: Modern Warfare, uscito a novembre 2007. Quarto episodio di una serie già popolare da tempo, questo quarto capitolo attualizzò il fronte di guerra: si passò infatti dalle ambientazioni della Seconda Guerra Mondiale, ai più, ahinoi, familiari campi di battaglia dell’ Iraq o, più generalmente, dei giorni nostri. Ma non fu solo questo a determinarne il successo, bensì la stupefacente modalità multiplayer, che, lungi da essere solamente un corredo della campagna in singolo si presentava come un gioco a se stante, capace di incollare al video milioni di videogiocatori. Con questa doverosa premessa, ci troviamo a recensire il seguito diretto, seppur non in senso strettamente numerico, di Call of Duty 4.
Il menù si presenta di semplice utilizzo e offre tre possibilità: operazioni speciali (una serie di brevi missioni da svolgere in singolo o in cooperativa online con un amico), campagna (classica modalità single player, che riprende la narrazione la dove si era interrotta quella del precedente Modern Warfare) e multigiocatore (il vero cuore pulsante del gioco).

Gameplay
Il gameplay di Modern Warfare 2 si attesta su livelli eccellenti. Tutti gli amanti del precedente capitolo non potranno che rimanere soddisfatti dal lavoro dei ragazzi dell’ Infinity Ward, che sono riusciti a migliorare e perfezionare il feeling e l’esperienza di gioco. Come al solito, il titolo si presenta come un ottimo compromesso tra un’ esperienza di gioco più improntata al realismo e una più orientata all’immediatezza ed al divertimento. I comandi sono rimasti gli stessi, ma le novità si fanno apprezzare nella scelta dell’arsenale ( quasi interamente rinnovato) e degli accessori, questi ultimi presenti in maniera davvero massiccia: si va dai “classici” mirini laser e telescopici, fino a rilevatori di battiti cardiaci, mirini termici, cariche esplosive e così via. Specie nella modalità multiplayer, questa enorme varietà rende ancor più appassionante il gioco, spronando gli utenti a sperimentare le innumerevoli combinazioni per il proprio soldato virtuale.
Per quanto riguarda il single player c’è da sottolineare come sia stato ridotto il fastidioso effetto di respawn continuo dei nemici, mentre la storia, seppur non molto lunga (siamo sulle 6/7 ore di gioco), vi terrà incollati allo schermo, grazie agli intrecci narrativi e ai numerosi colpi di scena.

Grafica
Il comparto tecnico di Modern Warfare 2 si presenta da subito molto valido. Ottimi come sempre gli effetti particellari come fumo ed esplosioni, migliorata l’interattività con l’ambiente, anche se in certi frangenti risulta ancora un pò troppo limitata. I soldati sono realizzati in maniera eccelsa, nell’aspetto e nei movimenti, così come le uniformi delle varie fazioni che incontreremo, davvero curate nei minimi dettagli. Molto buono anche il lavoro fatto sulle armi che appaiono fedelmente riprodotte. Qualche nota stonata invece su alcune textures, non sempre convincenti e che purtroppo stonano un pò. Va detto però che spesso sarete troppo impegnati a rimanere vivi per accorgervene !
Una menzione a parte va alla grafica del multiplayer, che, a nostro parere, presenta un downgrade un pò troppo marcato rispetto alla campagna in singolo, ma il tutto va a vantaggio della fluidità, che si mantiene sempre stabile e senza cali.

Sonoro
Il sonoro presenta alti e bassi. Assolutamente fantastici gli effetti sonori delle esplosioni e delle armi che uniti alle grida dei vostri compagni caduti e al sibilio dei proiettili, vi catapulteranno direttamente sul fronte, presentando un coinvolgimento di livello estremo. Il punto debole è ancora una volta nel doppiaggio italiano:le voci sono troppo piatte e prive della necessaria tensione emotiva e non sembrano adatte al livello del resto del comparto audio. Molto belle invece le musiche che vi accompagneranno durante le fasi più concitate del single player.

Online
Che dire? Basterebbe già solo il nome del gioco per definire la modalità multiplayer di questo titolo. Modern Warfare 2 è tutto ciò che è stato il primo capitolo, ma più completo, più appagante e più vario. Partendo dalle modalità di gioco, possiamo notare come non ci siano eccessivi stravolgimenti: deathmatch, tutti contro tutti, quartier generale, sabotaggio, cerca e distruggi, dominio, sono tutti al loro posto. New entry assolute sono la modalità Demolizione (la squadra che attacca deve distruggere due ordigni entro un tempo limite) e la terza persona (deathmatch oppure uno contro uno) che risulta essere una simpatica aggiunta.
Appaiono risolti anche alcuni dei problemi del suo predecessore, come matchmaking lento, lag e cadute di connessione. A tal proposito risulta fondamentale l’implementazione della migrazione dell’host: in caso di abbandono della partita, questa rimarrà in pausa, in attesa di trovare un nuovo host e far ricominciare la sfida allo stesso punto di dove si era interrotta. Abbiamo già accennato alla enorme quantità di armi, recuperi ed accessori, che vi terranno impegnati a lungo sia nella sperimentazione, sia nello sblocco di tutte le sfide relative.
Le mappe inoltre sono realizzate splendidamente: piuttosto ampie, ben bilanciate, adatte a vari approcci ( più aggressivi o più stealth) e soprattutto su più livelli.
Da sottolineare anche le nuovissime “Operazioni Speciali”, che potrete affrontare con un amico in cooperativa. Si tratta di brevi missioni, dagli obiettivi più disparati e dal crescente livello di difficoltà.
Un ultima menzione va al nuovo sistema di punteggi, che premierà il giocatore non solo per l’uccisione o l’assist, ma anche per aver vendicato un vostro compagno o voi stessi, colpito alla testa o a lunga distanza un memico e così via.

Longevità
La longevità, come ampiamente preventivabile, si attesta su livelli altissimi. A fare la parte del leone è il multiplayer online, praticamente infinito, che vi regalerà giorni e giorni di divertimento, senza soluzione di continuità. Molto più bassa è la longevità del single player, ma anche il semplice fatto di sbloccare tutti i trofei garantirà un discreto margine di rigiocabilità. A corredo ci sono sempre le divertentissime Operazioni Speciali, da affrontare offline o con un amico. Insomma ce ne sono di cose da fare…

GUIDE TROFEI

Little Big Workshop – Recensione

Da amante di strategici e simulativi, ho sempre apprezzato la complessità del proporre sfide organizzative ai giocatori. Passando tra moltissimi esponenti del genere, da...

Space Crew – Recensione

Siamo in un periodo decisamente impegnativo in qualità di videogiocatori. Il mese di ottobre è solito mettere sul piatto una miriade di videogiochi, le...
Antonio Loparco
Antonio Loparcohttps://www.playstationzone.it
Videogiocatore sin da piccolo, ho iniziato ad addentrarmi nel mondo videoludico con Amiga600. Pian piano ho provato varie piattaforme fino all'acquisto della prima PlayStation che è rimasta da sempre la mia console preferita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome