Little Deviants – Recensione

Little Deviants è un titolo che si difende abbastanza bene. Non è presente una vera e propria trama, ma questo ce lo aspettavamo ed infatti non lo consideriamo un vero e proprio difetto, mentre è stata ottima l'idea di sviluppare un titolo che mostra le caratteristiche peculiari di PlayStation Vita. Purtroppo però questo videogame mostra aspetti altalenanti, dove si notano alcune imperfezioni che speriamo non inducano i giocatori a pensare che si tratti di difetti della console stessa, cosa ovviamente non veritiera. Nonostante questo però Little Deviants diverte ed i suoi minigiochi sono un ottimo passatempo, soprattutto se siete amanti dei puzzle-game.

Uno dei giochi facente parte della line-up di lancio di PlayStation Vita è Little Deviants, un titolo prettamente puzzle/platform che sin da quando è stato presentato al pubblico ha fatto capire il suo scopo, ossia quello di presentare le peculiarità della console stessa cercando contemporaneamente di intrattenere il videogiocatore nel migliore dei modi.
E’ quindi un ruolo importate il suo, considerando che la nuova portatile Sony ne ha di feature nuove rispetto alla precedente PSP, alcune delle quali sono inedite nel mondo videoludico. Sono riusciti i ragazzi del team BigBig Studios a centrare l’obiettivo? Scopriamolo insieme.

 

Alieni portatili
Il filmato introduttivo di Little Deviants ci mostra la natura dei Deviant, un gruppo di alieni dai toni ironici provenienti da un luogo sconosciuto, che sono precipitati con la loro astronave sul nostro pianeta. Il loro scopo ora è quello di ricostruire il mezzo di trasporto praticamente distrutto, ma saranno infastiditi da un gruppo di robot dalle intenzioni poco rassicuranti e che vogliono catturarli.
La trama di questo titolo finisce qui e ci sarà ben poco da scoprire; nessun colpo di scena o mistero da svelare, solo qualche scena d’intermezzo che potremo vedere all’inizio di ogni nuova sezione di gioco ma che non forniranno buoni imput narrativi. Ma sinceramente per quanto riguarda la storia non ci si aspetta di più da un videogame di questo genere, che altro non è che una raccolta di circa 30 minigiochi pronti ad essere giocati in modo intuitivo.
Nonostante questo però quello che più colpisce di questo titolo è la sua “meccanica”. A partire dai primi menu di gioco fino a qualsiasi caratteristica del gameplay di Little Deviants dovremo dimenticarci di utilizzare i classici tasti che siamo abituati a premere sul Pad o sulla PSP, dando spazio ai nuovi sistemi di controllo con cui la casa giapponese ha equipaggiato PS Vita. Touch-screen anteriore e posteriore, sensore di movimento e microfono vi permetteranno di controllare i piccoli alieni, fatta eccezione per qualche raro minigioco dove sarà necessario l’utilizzo anche dei tasti R ed L.

Alieni Touch!
Quando inizieremo la modalità Storia di Little Deviants avremo la possibilità di accedere solo ad una località dove è possibile affrontare il primo minigioco. Le località accessibili in seguito saranno sei, ovviamente sbloccabili man mano che si completa quella precedente, e raggiungendo quindi un determinato punteggio sbloccheremo il minigioco seguente. Questi punti sono lo scopo principale del titolo, ed infatti una volta completati i vari stage sarà possibile rigiocarli per migliorare lo score ottenuto in precedenza, per poi confrontarlo online con quello dei nostri amici, caratteristica che ne aumenta abbastanza la longevità.
Inoltre una volta completata interamente una di queste zone otterremo un nuovo pezzo per l’altronave, cosa che accadrà indipendentemente dal punteggio raggiunto.
Alcuni potrebbero storcere un pò il naso sull’impossibilità di poter accedere sin da subito alla completa tipologia di minigiochi, ma vi assicuriamo che uno dei motivi che vi spingerà ad andare avanti sarà proprio la curiosità di poter provare lo stage successivo per testare le nuove caratteristiche di PS Vita.
Vi ritroverete così a dover utilizzare il touch-screen posteriore per deformare il terreno e far rotolare il vostro Deviant verso il suo obiettivo stando attenti ai robot che ci danno la caccia e ad altri ostacoli, o a sparare ai robot grazie ad entrambi i touch a seconda della loro posizione, stando attenti però a salvaguardare alcuni umani ed altri Deviants che gironzolano per lo stage.
Purtroppo però non è tutto oro quello che luccica, ed infatti abbiamo riscontrato alcune piccole imperfezioni per quanto riguarda la reattività del titolo ai nostri comandi, soprattutto nell’utilizzo del touch posteriore (meno rilevante) e del sensore di movimento. A constatare quest’ultimo caso, il più evidente anche se sempre accettabile a livello di giocabilità, è stato il minigioco in cui ci si ritrova a dover “pilotare” un Deviant che cade in picchiata facendolo passare attraverso dei cerchi, dove a volte la velocità del nostro movimento non è stato fedelmente riproposto su console.
Siamo quindi di fronte ad una qualità tecnica che va e viene, ma siamo più che certi che si tratta di piccole “sbavature” di programmazione, in quanto la console in altri contesti ci ha dimostrato di essere precisa in tutto e per tutto.

Alieni OLED
Little Deviants
esce insieme al lancio di PS Vita, e fa parte di una line-up dove sono presenti titoli come Uncharted: L’Abisso D’Oro. Tecnicamente parlando non è certamente un titolo dove quello che vediamo a schermo è un ambiente realistico, bensì abbiamo un mondo stile cartoon, con colori molto sgargianti e forme tondeggianti. Le sue texture seppur semplici mostrano comunque la loro qualità, grazie anche allo schermo OLED di PS Vita che ne esalta ancor di più la palette cromatica.

La colonna sonora è invece composta da brani molto semplici, che accompagnano il nostro progress senza emergere in alcun modo.

- Advertisement -

GUIDE TROFEI

Narcos: Rise of the Cartels – Guida Trofei

Nato come Tie-In della celeberrima serie tv targata Netflix, "Narcos: Rise of the Cartels" fa finalmente la sua entrata in scena nel mondo dei...

The LEGO Ninjago Movie: Videogame – Guida Trofei

Benvenuti nella nostra guida ai trofei dedicata a "The LEGO NINJAGO Movie: Videogame", titolo videoludico dedicato all'omonimo film uscito nel 2017. Sviluppato da Traveller's...

Death Stranding – Guida Trofei

Benvenuti in questa nostra guida trofei italiana interamente dedicata a Death Stranding, il nuovo kolossal firmato Hideo Kojima e Kojima Productions. Il titolo, passato...

FIFA 20 – Guida ai trofei

Come ogni anno, ecco tornare sulle nostre amate console la nuova simulazione calcistica prodotta e distribuita da Electronic Arts. Fifa 20 presenta una lista composta...

Call of Duty: Modern Warfare – Guida Trofei

Prodotto da Infinity Ward e distribuito da Activision, arriva sulle nostre amate console il nuovissimo Call of Duty: Modern Warfare. Uno dei capostipiti dello...
Antonio Loparcohttps://www.playstationzone.it
Videogiocatore sin da piccolo, ho iniziato ad addentrarmi nel mondo videoludico con Amiga600. Pian piano ho provato varie piattaforme fino all'acquisto della prima PlayStation che è rimasta da sempre la mia console preferita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome