Quando mi dissero “sei l’unico redattore con PlayStation VR e c’è da recensire Tom Grennan VR” non sapevo proprio che cosa aspettarmi. Non conoscevo Tom Grennan, tantomeno sapevo fosse un cantante. Così, curioso, andai a spulciare nella descrizione sul PlayStation Store e nella mail di presentazione: “Tom esegue i singoli più amati dai fan”, “una performance personale”. Insomma, non avevo assolutamente idea di cosa mi sarei trovato davanti. Ok, ascoltatiamo una canzone con il VR in testa. Ma cosa ci sarà di così esaltante?
Beh, wow. Non mi sarei potuto immaginare niente di più coinvolgente!
Vi preannuncio che questa non sarà una vera e propria recensione, non si può dare un giudizio finale ed un voto ad un’esperienza di questo tipo ma proverò comunque a raccontarvi quello che mi ha trasmesso!


Abbiamo provato Tom Grennan VR sulla nostra PlayStation 4!

Sony Interactive Entertainment Europe ha deciso di impegnarsi. Con la collaborazione del team dietro a “Joshua Bell VR Experience”, vincitore del premio come migliore esperienza musicale in realtà virtuale, la casa giapponese ha deciso di ricreare le due performance “Royal Highness” e “Found What I’ve Been Looking For” di Tom Grennan, cantante inglese, ricreando un vero e proprio studio di registrazione. Vi ritroverete, in poche parole, proprio di fronte a questo cantante, ricreato perfettamente, intento ad esibirsi “guardandovi”.
Il tracciamento posizionale del PlayStation VR permette alle immagini e ai suoni di rispondere ai movimenti della testa, molto più complesso di un “semplice” video a 360°, garantendo un realismo ed un coinvolgimento tali da far ammutolire chi ascolta/vede.
Per realizzare tutto ciò, ogni membro della band è stato ripreso da una telecamera 3D contro un Green Screen. Sulla vostra PS4 vedrete quindi una proiezione precisa della loro esibizione, compresa di luci ed ombre.

Come ho detto in apertura, non conoscevo Tom Grennan. Eppure l’aver assistito ad una sua esibizione, grazie a questa esperienza in realtà virtuale, mi ha lasciato senza parole. La musica è uno di quei mezzi, di quelle arti, che lascia ad ognuno di noi la propria interpretazione. Può non piacere il genere, il cantante. Possono non piacere moltissime cose legate alla musica di Tom, eppure io vi consiglio di scaricare (gratuitamente) Tom Grennan VR e di provarlo.
A parole è molto difficile spiegare cosa realmente mi abbia colpito così tanto di questa, limitatissima, esperienza. Forse io vado molto avanti con la mente, ma provate ad immaginare un futuro in cui, come oggi con Tom Grennan VR, possiate assistere ad un concerto, ad una esibizione, o semplicemente ad un singolo cantato dal vostro artista preferito di fronte a voi. Magari mentre vi guarda, mentre balla, il tutto ad un passo da voi.
Personalmente spero vivamente che questo esperimento sia solo l’inizio di una nuova concezione di godere della musica.
Complimenti a Sony, al team di sviluppo e allo stesso Tom per l’esperimento. Continuate così. Io sarò qui ad aspettare!

Nato già vecchio, Mirco entra nel mondo dei videogiochi fin dalla tenera età, passando le giornate a guardare il fratello giocare su computer. Non appena le mani divennero abbastanza grandi da impugnare un pad, nulla lo ha più allontanato dai videogiochi. Appassionato di quasi ogni genere videoludico, Mirco cerca di testare con mano ogni gioco che gli capita sotto tiro, dalle corse automobilistiche ai giochi di ruolo. Nonostante l'età avanzi inesorabile continua a pensare che il pad lo seguirà nella tomba.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here