The Karate Kid – Part II

Sony Pictures | 1986 | 113 MIN | OTTOBRE 2010

Genere : Drammatico-sportivo

Regia : John G. Avildsen

Video

Codec Video : MPEG-4 AVC

Risoluzione Video : 1080p

Aspect Ratio : 1.85:1

Aspect Ratio : 1.85:1

Audio

DTS-HD Master Audio 5.1

Supporto

Blu-Ray Disc 50GB, disco singolo, BD-Live

TRAMA

 Tenendo ben presente la trama di Karate Kid parte prima, il sequel comincia proprio dove la prima parte finisce, ovvero con Daniel che vince il campionato di Karate, grazie al suo maestro Miyagi. Successivamente a questi avvenimenti, il maestro di arti marziali nipponico, riceve una lettera da Okinawa che comunica la grave malattia del padre, Daniel invece, avendo raggiunto un rapporto quasi padre-figlio con Miyagi non vuole di certo rinunciare a viaggiare con il maestro. 40 anni prima era un borgo di pescatori, un villaggio molto piccolo; innamorato di Yukie, promessa al suo amico d’infanzia Sato, che a sua volta era allievo del padre di Miyagi, il maestro lascia il villaggio poichè Sato non voleva altro che battersi con lui, per la contesa della ragazza, così Miyagi viene considerato un codardo. Giunto ad Okinawa quindi, insieme al giovane Daniel, incontra un certo Chozen, perfido nipote di Sato, che lo accompagna da suo zio. Sato concederà 3 giorni di allenamento a Miyagi (solo dopo la morte del padre di Myiagi). Inizialmente Myiagi rifiuta la proposta, poi accetta ad una sola condizione : che chiunque ne esca vincitore, il villaggio venga assegnato in proprietà alla gente del villaggio stesso. Nel frattempo Daniel avrà una storia d’amore con la giovane Kumiko, nipote di Yukie, che malgrado il tempo trascorso e la distanza che li ha separati, il suo affetto per Myiagi è rimasto intatto. Ma non è tutto : durante il soggiorno ad Okinawa ci saranno una serie di sventure che andranno a perseguitare i due protagonisti, che però ancora una volta riusciranno ad uscirne vivi.

QUALITÀ VIDEO

Il Blu-Ray della seconda parte di Karate Kid è caratterizzato all’incirca dallo stesso 1080p e lo stesso aspect ratio, entrambi simili al suo predecessore. L’immagine è stabile, dettagliata, con un effetto grana utilizzato a volte in quantità normali ed altre volte in maniera più evidente, in generale comunque non ci sono sostanziali cambiamenti rispetto al capitolo precedente. Tuttavia, gli spettatori sicuramente noteranno le varie sfumature dello schema dei colori, soprattutto nel dojo di famiglia Myiagi, le texture dettagliate delle rocce e dei dirupi sulla spiaggia nel capitolo 9, i particolari del tessuto sugli abiti, più evidenti nella scena finale del combattimento tra Daniel e Chozen. I colori sono sempre di ottima qualità, il rosso ancora una volta appare più intenso rispetto agli altri colori. Ad ogni modo il blu radioso del cielo di Okinawa ed il verde intenso del fogliame risultano fantastici in ogni scena del film. L’immagine non fa un buon lavoro in termini di profondità, tuttavia non è mai esageratamente piatta. Così come in precedenza il nero è troppo consistente ed il più delle volte va a coprire dei dettagli in determinate scene, ma il color carne comunque rimane naturale e realistico. A questo punto non c’è altro da aggiungere, dato che il Blu-Ray ha più o meno la stessa qualità del suo predecessore, e con questo non vogliamo sconsigliarlo, anzi, come abbiamo già detto nella recensione precedente è di ottima fattura per quello che è, un film con oltre venti anni alle spalle.

  QUALITÀ AUDIO

 Così come il comparto video, il DTS-HD Master Audio 5.1 di Karate Kid Part II si comporta in modo simile al suo predecessore, non sfoderà quindi la qualità massima o comunque non va testare i limiti di ogni impianto surround, ma è in grado di dimostrarsi piacevole e delle volte interessante. Ciò che è più importante è che la maggior parte delle volte appare deciso e stabile, senza particolari singhiozzi, seppure alcuni elementi sonori non siano così robusti e naturali, ad esempio un bulldozer troppo rimbombante nel capitolo 12 che si muove attorno al soundstage abbastanza bene, ma è carente in termini di potenza e dettagli e che quindi non riesce a soddisfare appieno nè l’osservatore nè il nostro impianto sonoro. Assume la stessa posizione il temporale nel capitolo 14, forse un po troppo povero di dettagli e di chiarezza del suono. Fortunatamente questi ultimi sono gli unici difetti riscontrati nel film, per quanto riguarda il resto è perfetto. La luminosa ambientazione di Okinawa (sempre in ambito sonoro) – il leggero fruscio del fogliame, il cinguettio degli uccelli, ed anche il suono del velivolo militare e i veicoli che si muovo in lontananza sull’asfalto – riesce a creare un’atmosfera discreta, non completamente avvolta dai dettagli, ma abbastanza solida e più che convincente. Anche la musica svolge il suo lavoro perfettamente, come la mitica “Rock Around The Clock” nel capitolo 10 o la famosa (nominata all’Oscar) “Glory of Love” di Peter Cetera, entrambi appaiono pulite e naturali (più pompate rispetto al resto dei suoni e quindi più piacevoli). Nulla da segnalare sulla qualità accurata dei dialoghi. Ancora una volta Sony ha creato un comparto sonoro senza perdite, consigliato a tutti gli amanti del cinema vintage.

Antonio Loparco
Antonio Loparcohttps://www.playstationzone.it
Videogiocatore sin da piccolo, ho iniziato ad addentrarmi nel mondo videoludico con Amiga600. Pian piano ho provato varie piattaforme fino all'acquisto della prima PlayStation che è rimasta da sempre la mia console preferita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome

NOTIZIE BLU RAY

Universal Pictures presenta la nuova collana “Numeri 1”

I Numeri 1 rappresentano l’eccellenza del cinema e di tante altre attività della nostra vita, una costante fonte d’ispirazione per intere generazioni. Universal Pictures...

Eagle Pictures – le novità di aprile 2020

Eagle Pictures annuncia un mese all'insegna del grande cinema d'autore e di qualità, portando in Home Video ad aprile 2020 tre capolavori della scorsa...

C’era una volta a…Hollywood disponibile in Blu Ray

Il premio Oscar Leonardo DiCaprio e la nomination al premio Oscar Brad Pitt sono protagonisti di performance estremamente complesse ed incredibilmente divertenti nei panni...

Maquia – i dettagli della Ultralimited Edition e il trailer di lancio

Maquia, regia cinematografica d’esordio dell’apprezzata sceneggiatrice Mari Okada, arriverà tra pochissimi giorni in home video e Anime Factory, etichetta di proprietà di Koch Media...

LE NOTIZIE PIU' LETTE DELLA SETTIMANA