Il Sangue di Cristo (Film 2015) – Recensione Blu Ray

Il Sangue di Cristo

L’antropologo Hess Greene, di origini afro-americane, sta studiando alcuni reperti provenienti da una tribù africana  e, tra questi, ritrova un antico pugnale Ashanti. Qualche bicchiere di troppo con il suo amico e collega Lafayette Hightower sono la causa di una nottata in cui vengono commessi un omicidio ed un suicidio. Il pugnale africano rende però Hess immortale e dipendente dal sangue, tanto da renderlo ossessionato.
Questa nuova sete condizionerà da quel momento ogni sua azione fino a che l’amore non lo obbligherà a dover affrontare una nuova sfida.
Questo lungometraggio è stato realizzato con un low budget ed ha goduto del supporto del crowfunding. La sua realizzazione è decisamente fuori dal comune in quanto il film è stato girato in due sole settimane. “Il sangue di Cristo” è senza ombra di dubbio un film che si colloca nel genere horror ma ha dalla sua una morale che richiama i temi dell’integrazione razziale e della dipendenza, degli ottimi spunti che però non sono stati contestualizzati a modo.
Il film non ha mai raggiunto le sale cinematografiche, ma è stato trasmesso direttamente su una piattaforma on-demand sul web. Ora però è arrivato in Blu Ray grazie a Koch Media e nelle prossime righe di questa recensione abbiamo analizzato proprio gli aspetti tecnici di questa edizione.Il Sangue di Cristo Blu Ray

La nostra recensione del film Il sangue di Cristo su supporto Blu Ray

“Il sangue di Cristo” arriva nei negozi su Blu Ray in una classica confezione Midnight Factory, ossia una Slipcase di cartone contenente la classica confezione amaray e al suo interno, oltre al disco del film, anche è è presente un bell’artwork e l’immancabile booklet realizzato da Manlio Gomarasca e Davide Pulici per Nocturno Cinema.
Il film si presenta in formato 2,35:1 con codifica a 1080p ed è stato interamente girato con videocamere digitali, caratteristica che garantisce un’elevata qualità dell’immagine a questa edizione. I colori sempre molto vivaci ed accesi donano alla fotografia una marcia in più, aiutata anche da una palette cromatica varia e brillante. Il nero è sempre profondo ed aiuta i contrasti, ma abbiamo notato qualche frame che cala qualitativamente e mostra qualche imperfezione.
I dettagli a schermo sono tanti e sempre ben distinguibili e viene mantenuta un’elevata qualità visiva anche per quelli posti in secondo piano.Il Sangue di Cristo Blu Ray

Anche l’audio è di buona qualità e garantisce allo spettatore una totale immersione durante le scene. La traccia con il doppiaggio italiano è una lossless in formato 5.1 DTS HD e l’uso dei canali surround regala un’ottima dinamica al comparto audio di questo film. Tanti gli effetti riprodotti e l’accompagnamento dei bassi, seppur non troppo presente, entra in gioco sempre in modo preciso e soddisfacente. Il cerchio si chiude con un canale centrale sempre nitido, che garantisce dialoghi cristallini e chiari.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here