Death Stranding – trapelate alcune informazioni sul gioco

Poco fa sul forum di 4chan è emerso un leak piuttosto succoso per quanto riguarda la nuova produzione di Hideo Kojima: Death Stranding.

Death Stranding – trapelate alcune informazioni sul gioco

Death Stranding è una delle esclusive PlayStation 4 più attese di questi ultimi anni, il nuovo prodotto di Hideo Kojima a distanza di due anni dalla sua presentazione ufficiale è ancora avvolto nel mistero, ma presto, all’E3 2018 potremo sapere ancor di più su questa misteriosa produzione. Ma ciò di cui vogliamo parlarvi ora è di un leak molto curato emerso sul forum di 4chan, che rivela molte informazioni sul titolo e sulla sua prossima presentazione sul palco della conferenza Sony. Prima di procedere, vogliamo avvertirvi che nulla di tutto ciò ha un’ufficialità, dunque v’invitiamo a prendere tale notizia con le pinze in qualità di rumors.
Death Stranding verrà mostrato alla conferenza E3 di Sony con uno story trailer che subito dopo, introdurrà sul palco Hideo Kojima che con controller in mano, giocherà a Death Stranding. Il gameplay non sarà in tempo reale, infatti pare che sarà più una sequenza di gameplay registrata, anche se questa ultima parte non trova una precisa conferma. Vi sono altre informazioni sulla conferenza di cui al momento non vogliamo parlarvi, poiché vorremmo evitare di rovinarvi l’esperienza dell’evento.
Per quanto riguarda il gameplay, il titolo potrà vantare di molte armi, gadget, veicoli e armature da diverse epoche storiche, infatti ci ritroveremo dall’utilizzare una clava, passando per una tradizionale spada medievale e moschetti, fino a raggiungere addirittura delle spade fotoniche. Uno dei tanti interrogativi che aleggiano sul titolo è il tema del bambino, stando a quanto riportato dal leak, il bambino sarà un’entità unica e sarà colui che causerà le distorsioni temporali e i viaggi tra tra le dimensioni, quest’ultime rappresenteranno una parte della componente multigiocatore.
Quando la community raggiungerà la fine del gioco, vi sarà da intraprendere una decisione globale: uccidere il bambino e mettere fine per sempre all’esperienza multigiocatore, oppure tenerlo in vita e continuare con l’esperienza online. Vi sarà anche un sistema di “effetto farfalla” nel gioco che sarà influenzato dalle azioni degli altri giocatori che staranno giocando o meno al titolo, per questo potrebbero accadere durante la vostra esperienza cose positive o negative.
Il PvP potrà avvenire mentre due giocatori staranno viaggiando attraverso le dimensioni nello stesso momento. Quando morirete in una linea temporale, quest’ultima si chiuderà per sempre, Sam (il protagonista) potrà portare con sé le cose più importanti di quella timeline. Il giocatore riprenderà semplicemente dal mare, da cui riemergerà e viaggerà dentro a una nuova linea temporale. Il titolo inoltre sarà un’esclusiva temporale su PlayStation 4, un anno più tardi dalla sua uscita, che sarebbe prevista entro i primi del 2020, arriverà anche su PC nonostante Sony voglia l’intera esclusività, che sarà parziale dato che il contratto garantirà almeno un’anno di totale esclusività.
Non ci resta dunque che attendere la conferenza di Sony e scoprire finalmente, ciò che sarà Death Stranding.

Appassionato di videogiochi e anime sin da tenera età, il suo primo videogioco fu Super Mario 64 per Nintendo 64, col tempo si affezionò alle console di Sony partendo appunto dalla prima Playstation. Oggi è un cacciatore di trofei su Playstation 4, predilige gli sparatutto, i titoli di corse e i picchiaduro, ma gioca veramente di tutto!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here